Formula 1: sulla griglia di partenza arrivano gli “ombrellini”

Niente più modelle sulla griglia di partenza della massima formula, al loro posto giovani piloti che provengono da categorie inferiori.

Le avvenenti modelle che accompagnavano i piloti sulla griglia di partenza e li attendevano ai piedi del podio dalla prossima stagione saluteranno la F1. In una società in cui il mondo femminile necessita sempre di maggiori tutele, i vertici della massima formula hanno pensato di sostituire queste donne bellissime con dei giovani piloti che saranno il futuro dell’automobilismo.

Certo, qualcuno romanticamente ricorderà con nostalgia i tempi di Lauda e Hunt, dove la compagine femminile era una componente fondamentale del Circus. Adesso invece le donne in F1 ricoprono ruoli di dirigenza all’interno dei team o di pilota, ma non saranno più in abiti succinti accanto alle monoposto.

La scelta è stata dettata anche dalla possibilità di far respirare da vicino l’atmosfera dei gran premi ai piloti che si distinguono per meriti alla guida dei kart o di altre categorie minori, per alimentare il sogno e spronarli ulteriormente a diventare come i loro beniamini di oggi.

Immaginatevi un Lewis Hamilton ai tempi a fianco a Senna o Schumacher, di certo sarebbe stato suggestivo oggi, con il senno di poi, vederli vicini, ecco, adesso questo potrebbe succedere, e soprattutto continua ad alimentarsi quel vento di novità che la nuova proprietà ha portato in F1.

I puristi forse storceranno il naso, ma in molti guarderanno questa scelta come una decisione che sicuramente porta ad alimentare la passione nelle nuove generazioni e presuppone ad un cambiamento del circus e ad una maggiore vicinanza verso il pubblico.

D’altra parte, i bambini sono stati coinvolti, seppur in minima parte, anche nella scorsa stagione: un giovanissimo tifoso Ferrari era stato portato ai box della rossa per salutare il suo beniamino Kimi Raikkonen.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti