Audi RS4 Avant 2018 by Abt: station wagon da 510 CV

L’immagine sportiva della nuova wagon high performance di Audi viene enfatizzata dalla cura energizzante messa a punto dal tuner svevo, che le consente di guadagnare 60 CV.

Fra le novità di rilievo che hanno caratterizzato l’inizio del 2018 c’è la rinnovata Audi RS4 Avant, svelata in anteprima lo scorso settembre al Salone di Francoforte ed entrata in listino (prezzi a partire da 87.900 euro) nelle prime settimane dell’anno.

La nuova station wagon high performance dei Quattro Anelli viene equipaggiata con l’unità V6 2.9 TFSI (2.894 cc) sovralimentata a doppio turbocompressore, che sviluppa una potenza di 450 CV a 5.700-6.700 giri/min e 600 Nm di coppia massima disponibili fra 1.900 e 5.000 giri/min, abbinata al cambio Tiptronic ad otto rapporti ed alla trazione integrale permanente “quattro” specifica di Audi, che consente alla vettura una velocità massima di 250 km/h (autolimitati: è possibile raggiungere 280 km/h con l’adozione del pacchetto “Dynamic”) e uno scatto 0 – 100 km/h in 4”1.

Valori di assoluto livello, che si accompagnano ad una immagine marcatamente sportiva e che, aggiornandone i canoni, rispecchia gli atout peculiari di questo modello, in produzione da quasi vent’anni e giunto ora alla quarta generazione.

C’è, tuttavia, chi ha deciso di “spremere” dal DNA di Audi RS4 Avant 2018 ancora più carattere: è Abt, factory di Kempten (Svevia) da sempre legata a filo doppio con la produzione di Ingolstadt che, in queste ore e a pochi giorni di distanza dalla presentazione di un programma relativo ad Audi RS3 Sportback, espone una la prima interpretazione (in ordine di tempo) dedicata alla declinazione ultrasportiva di Audi A4 Avant.

All’esterno, Audi RS4 Avant by Abt mantiene sostanzialmente invariato l’appeal della nuovissima versione “di serie”: calandra “single frame” con griglia a nido d’ape di maggiori dimensioni rispetto alla gamma A4 Avant, paraurti anteriore con prese d’aria maggiorate e sottile spoiler inferiore, paraurti posteriore con diffusore integrato e terminali di scarico “RS” a sezione ovale, codolini passaruota più larghi (30 mm in più in rapporto a quelli adottati da Audi A4 Avant), gusci degli specchi retrovisori e modanature esterne in look alluminio a finitura opaca.

L’azienda fondata da Hans-Jurgen Abt aggiunge, dal canto suo, un’ampia scelta di cerchi in lega da 20” (13 differenti tipologie di disegno), disponibili su due larghezze di canale (9” e 9.5”) e proposti a partire da 697 euro cadauno, e un set di sospensioni regolabili (2.008 euro IVA esclusa) con nuove barre antirollio maggiorate (663 euro per il kit completo).

Sotto il cofano, Audi RS4 Avant by Abt guadagna 60 CV e 80 Nm di coppia massima, in virtù dell’adozione di un nuovo software AEC-Abt Engine Control (in listino Abt a 4.613 euro), sviluppato per la gestione costante di oltre 25 parametri motore ed assicurare l’ottimizzazione della potenza in relazione all’interfaccia con la centralina, e allo studio di un intercooler maggiorato, in vendita a 1.252 euro.

Per l’imminente Salone di Ginevra (in programma dall’8 al 18 marzo), Hans-Jurgen Abt anticipa che “Ci sarà una sorpresa che piacerà agli appassionati”. Staremo a vedere.

Audi RS4 Avant 2018 by Abt Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Audi R8 Green Hell

Altri contenuti