Il Tutor promosso a pieni voti

Grazie anche all’installazione del sistema Tutor, sulle autostrade è in netta diminuzione il numero dei sinistri

Grazie anche all’installazione del sistema Tutor, sulle autostrade è in netta diminuzione il numero dei sinistri

Il Tutor, il sistema di rilevazione automatica della velocità introdotto nel 2006, negli ultimi 12 mesi ha fatto diminuire i sinistri, che rispetto al 2008 sono scesi del 22,6% nei tratti in cui è installato, secondo l’ultimo rapporto Aci-Istat.

Ancora meglio è andata se si tiene come parametro il 2001: in questo caso siamo al 40,3% in meno, molto vicino all’obiettivo europeo che vuole dimezzare il numero degli incidenti più gravi. Questi risultati fanno salire l’Italia al decimo posto fra i Paesi più virtuosi tra i 27 dell’Unione europea.

Intanto è circolata la proposta di estendere il Tutor anche a certe tratte extraurbane, oltre ai 2.500 km della rete gestita da Autostrade per l’Italia. Questo sistema, lo ricordiamo, funziona grazie a sensori messi nell’asfalto e a portali con telecamere che riescono a rilevare la velocità media lungo tratte autostradali di lunghezza variabile tra i 10 e i 25 chilometri.

Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.