Bosch: un nuovo assistente vocale per le auto

Potrà avere il nome scelto dall’automobilista e sarà facile da utilizzare per non avere pericolose distrazioni durante la guida.

Gli assistenti vocali imperversano sugli smartphone e qualcuno è stato traslato anche sulle auto, si pensi a Siri che già sulla Opel Adam favoriva l’interazione tra la vettura e l’Iphone. Adesso però arriva un nuovo dispositivo messo a punto da Bosch, un marchio che la sa lunga in fatto di automotive, e promette di agevolare non poco la vita degli automobilisti.

Sviluppato in 10 anni, consente di dare il nome che si vuole, maschile o femminile, all’assistente vocale, in modo da avere un rapporto più amichevole con questo congegno. Il suo funzionamento è molto semplice, ad esempio, per chiamare un contatto sulla rubrica telefonica, basterà pronunciare il nome della persona in questione.

Ma il bello è che il sistema è in grado di riconoscere tra più nomi identici, e chiamare quello più congeniale alla situazione, magari in base all’orario, in modo da collegarsi con un collega d’ufficio piuttosto che un familiare. Con 44 voci femminili e 9 maschili, il nuovo assistente vocale firmato Bosch è in grado di parlare e riconoscere ben 30 lingue.

Ma non è tutto, perché in caso ci si trovi all’estero, può adattarsi tranquillamente alla lingua locale: è sufficiente esprimersi attraverso quest’ultima. Dunque, in un prossimo futuro potremmo essere tutti degli emuli di Michael Knigt e chiamare il nostro assistente vocale Kitt. Chissà che non arrivi anche un timbro di voce simile.

Insomma, i colossi della telefonia sono avvisati, anche Bosch scende in campo nel settore degli aiuti vocali per i conducenti di automobili e sarà un osso duro per tutti.

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.