Aston Martin Valkyrie: potrebbe correre alla 24 Ore di Le Mans

Il CEO della Casa di Gaydon ammette che la Aston Martin Martin Valkyrie potrebbe correre alla 24 Ore di LeMans se verranno modificati i regolamenti FIA.

Aston Martin potrebbe partecipare alla 24 Ore di Le Mans con la sua inedita Valkyrie se i regolamenti FIA saranno modificati per consentire alle varianti da gara di Hypercar stradali la partecipazione alla celebre competizione francese.

La notizia arriva direttamente da Andy Palmer, CEO della Casa di Gaydon, che in un intervista rilasciata al magazine specializzato Autocar – in occasione della presentazione della nuova Aston Martin Vantage – ha ammesso di essere stato contattato dai vertici FIA in merito ai futuri regolamenti dedicati a questo tipo di competizione automobilistica.

Attualmente, Toyota risulta l’unico Costruttore ad aver confermato la sua partecipazione nella classe LMP1 di questa iconica competizione automobilistica, dopo l’abbandono di team del calibro di Porsche, Audi e Nissan.

“Stavano discutendo sul futuro di LMP1 e hanno chiesto il mio parere – ha dichiarato il CEO della Casa inglese – la mia prospettiva personale è molto chiara: Aston Martin non gareggerà mai in una categoria di prototipi perché non ha rilevanza per noi. Ma se permettessero la partecipazione di auto da corsa derivate da vetture, sarebbe molto interessante per noi e per i fan”.

Palmer ha inoltre aggiunto: “Le auto da corsa che lottano per la vittoria sono in linea con la storia sportiva di Le Mans, e la prospettiva di vedere la Valkyrie che combatte per la vittoria con auto del calibro di McLaren P1, LaFerrari ed altre blasonate avversarie sarebbe decisamente molto interessante”. Ricordiamo che l’ultima volta che il costruttore britannico vinse alla 24 di Le Mans fu nel lontano 1959, anno in cui Carroll Shelby e Roy Salvadori conquistarono la vittoria con la Aston DBR1.

La Valkyrie è frutto della collaborazione tecnica tra Aston Martin ed il team di Formula 1 Red Bull Racing e vanta uno schema tecnico e di design realizzato dal celebre ingegnere della massima Formula Adrian Newey. I vertici della Casa inglese hanno già confermato che verrà realizzata anche una versione ancora più estrema sviluppata per la pista, capace di vantare una minore massa e una maggiore potenza del propulsore. La versione track-day denominata Valkyrie AMR sarà realizzata in soli 25 esemplari e costerà ben 3 milioni di sterline, ovvero un milione in più della versione stradale dell’hypercar inglese. Da quest’ultima versione dovrebbe quindi derivare la possibile vettura da utilizzare nella mitica, pericolosa ed emozionante 24 Ore di Le Mans.

Aston Martin Valkyrie: prime immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.