VW: non solo Alfa Romeo, Piëch vuole anche la Ferrari

Il gruppo Volkswagen interessato all’acquisto di quote azionarie della Ferrari? È questa la clamorosa indiscrezione circolata sulla stampa

Il gruppo Volkswagen interessato all’acquisto di quote azionarie della Ferrari? È questa la clamorosa indiscrezione circolata sulla stampa

Non solo l’Alfa Romeo nel mirino di Volkswagen, pare infatti che nelle mire espansionistiche di Ferdinand Piëch, numero uno indiscusso del Gruppo tedesco, vi sia anche una preda molto più grossa e prestigiosa: la Ferrari. La clamorosa indiscrezione sarebbe circolata infatti su alcuni organi di stampa in queste ore e non solo confermerebbe le voci già circolate qualche mese fa che vedevano Volkswagen interessata ad Alfa Romeo, ma aprirebbe scenari assolutamente nuovi, in grado di far discutere sia in Italia che in Germania.

Se il quotidiano “La Repubblica” si dice possibilista circa un accordo tra i tedeschi di VW e la Fiat di Sergio Marchionne per il rilancio dell’Alfa Romeo, altre voci che arrivano dall’estero suggeriscono che Piëch sia intenzionato ad impiegare la grande liquidità in mano al suo gruppo per l’acquisto di un pacchetto di quote azionarie della Ferrari.

Non è chiaro in che misura Volkswagen voglia entrare nell’azionariato Ferrari, ma secondo alcuni analisti la possibilità sarebbe ben accetta dalle parti del Lingotto, visto che i fondi eventualmente in arrivo da Wolfsburg potrebbero essere impiegati da Fiat per perfezionare l’acquisizione di Chrysler. Tale possibilità viene comunque smentita, almeno per ora, dal Gruppo italiano con lo stesso Sergio Marchionne che ha descritto quest’affare come un sogno che resterà tale.

Ferrari 458 Italia Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.