Pirelli: nuove mescole per la F1 e ritorno nel WRC

Pioggia di novità in Casa Pirelli con nuove gomme per la F1 e una nuova avventura nel mondiale rally.

La Pirelli è in prima linea per gli sport motoristici e rilancia con un impegno rinnovato nel mondiale rally oltre alle nuove coperture per la F1 del 2018. Due discipline diverse ma ognuna caratteristica per le difficoltà in cui vanno incontro vetture, piloti e pneumatici.

Impegno rinnovato in F1

La gamma 2018 per la massima formula comprende pneumatici che per ogni mescola saranno più morbidi di uno step rispetto a quest’anno, in pratica stiamo parlando dei più veloci di sempre nella storia della Formula 1. Nello specifico, un nuovo pneumatico prende posto al di sotto dell’ultrasoft: si tratta del P Zero Pink hypersoft, il più morbido mai realizzato da Pirelli in Formula. Quest’ultimo verrà utilizzato su circuiti come Montecarlo nei quali è fondamentale avere un elevato grip meccanico. P Zero hard invece diventa ice blue, mentre la mescola più dura tra quelle disponibili sarà la superhard, che si contraddistingue per il colore arancione.

Quindi ci saranno nove pneumatici nel 2018; infatti, ai sette P Zero slick, si aggiungono i due nuovi Cinturato intermediate e full wet. Chiaramente, ogni tipologia di penumatico presenta nuove mescole in base alla filosofia del Costruttore che vuole nuovi pneumatici per ogni stagione. A breve le squadre di F1 potranno saggiare le qualità del nuovo P Zero Pink hypersoft, nel frattempo Mario Isola, Responsabile Car Racing, ha affermato: “le modifiche sono più contenute rispetto al 2017, quando le dimensioni dei pneumatici sono aumentate del 25% per adattarsi meglio alla nuova generazione di monoposto. Siamo comunque lieti di presentare alcune importanti novità nella nostra gamma, con mescole più morbide e performanti e con l’introduzione della nuova hypersoft. Ci siamo accorti che, date le circostanze uniche di quest’anno, il nostro approccio nello sviluppo dei pneumatici 2017 è stato forse prudente. Per il 2018, invece, la gamma risponde all’esigenza di effettuare circa due pit stop nella maggior parte delle gare. La costruzione base dei pneumatici non ha subìto molti cambiamenti e conserva le caratteristiche già apprezzate dai piloti quest’anno per la possibilità di spingere al massimo sia con gomma nuova che usata. I nuovi pneumatici più veloci e performanti potrebbero portare nel 2018 a gare ancora più combattute e spettacolari”.

Grande ritorno nel WRC

L’impegno non è da meno nel mondo dei rally, dove Pirelli torna al mondiale dopo un anno di latitanza. Infatti il Costruttore ha realizzato nuove coperture sia per le più performanti WRC che per le agguerrite vetture del WRC2 con l’obiettivo di migliorarne le performance su ogni superficie.

A questo lavoro si unisce quello che vede Pirelli quale unico fornitore del mondiale rally junior che vedrà impegnati i piloti con la carta d’identità con data di nascita successiva al 1989 e delle agili Ford Fiesta R2 con prestazioni identiche.

Tornando al mondiale, le gomme 2018 sono le P Zero per l’asfalto, le Scorpion per lo sterrato, mentre in caso di neve e ghiaccio i team potranno contare sul nuovo Sottozero interamente ricostruito. Inoltre, segnaliamo il nuovo P Zero RK5A per l’asfalto ed il nuovo Cinturato RWA per il bagnato, oltre al nuovo Scorpion K4 Reinforced.

I Video di Motori.it

Nuova Peugeot 2008

Altri contenuti