F1, Ferrari: Domenicali spegne gli entusiasmi

Alla vigilia del GP di Interlagos il Team Principal della Ferrari afferma: “bisogna restare con i piedi per terra”

Alla vigilia del GP di Interlagos il Team Principal della Ferrari afferma: “bisogna restare con i piedi per terra”

Ancora pochi giorni e scatterà il 38esimo Gran Premio del Brasile, una gara fondamentale per la stagione 2010, che potrebbe anche risultare decisiva per l’assegnazione del titolo piloti.

Lo sanno bene i protagonisti e ne è perfettamente consapevole Stefano Domenicali, il Team Principal della Scuderia Ferrari. Per questo cerca di stemperare i comprensibili entusiasmi dei sostenitori di Maranello: “non credo che il titolo si assegnerà questa domenica, ma certamente sarà una gara molto importante: chi dovesse perdere troppi punti in Brasile sarebbe in grave difficoltà ad Abu Dhabi”.

Lo stesso Fernando Alonso cerca di rimanere concentrato in vista dell’ultimo appuntamento ad Abu Dhabi. “‘Andiamo in Brasile con lo stesso spirito con cui siamo andati a giocarci le nostre carte nelle ultime gare – spiega l’asturiano – concentrati sul nostro lavoro, determinati ad ottenere il massimo da ogni opportunità, consapevoli che i conti si faranno ad Abu Dhabi”.

Insomma, la Ferrari è pronta per il Brasile dove potrebbe essere determinate l’apporto di Felipe Massa che vuole ritornare a disputare il gran premio di casa da protagonista. “Questa è la gara che mi è mancata di più l’anno scorso – riferisce il brasiliano – quando sono rimasto fuori dopo l’incidente di Budapest. Dopo l’assenza del 2009 sarebbe bello tornare a lottare per il primato, soprattutto perché sarebbe vitale per la classifica dei due campionati”.

 

 

 

Ferrari 296 GTB 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?
News

Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?

La factory del Baden-Württemberg, ben conosciuta dai super-appassionati di modelli ad elevatissime prestazioni, aggiorna il proprio catalogo di elaborazioni dedicate alla “Ottovù” più potente di sempre.