WRC Galles: la Citroen di Meeke settima dopo la seconda giornata

Il WRC del Galles ha vissuto la sua seconda giornata contraddistinta dalla prova più lunga e difficile dell’intera stagione. La Citroen di Meeke conclude al settimo assoluto.

Il Rally del Galles è uno degli appuntamenti più amati ed apprezzati al mondo. Si tratta di una gara contraddistinta da percorsi complicati, in cui spesso le condizioni meteorologiche giocano un aspetto determinante. In questo appuntamento vengono assegnati i titoli definitivi, perciò la posta in palio è molto alta e la tensione raggiunge la sua massima espressione. La passione e l’entusiasmo dei gallesi, sono una spinta per tutti i piloti a fare il loro meglio. Le fangose strade del Galles però, sono un’insidia per tutti quanti. Se ne è accorto anche Chris Meeke su Citroen C3 WRC quanto sia complicato questo rally. Il Day 2 è stato difficile per tutti, cominciato all’alba e finito ben oltre il tramonto.

In Citroen si pensa al WRC che verrà, alla stagione futura. Il Galles con le sue aspre prove è un ottimo banco di prova per sviluppare l’auto che correrà il prossimo anno. Besse, il Tecnico francese responsabile dello sviluppo, aveva anticipato che questo sarebbe stato un Rally complesso per le vetture, e Meeke lo ha dimostrato portandola al limite la sua C3 WRC, tanto da incappare in due errori. Il primo è avvenuto mentre Meeke occupava la terza posizione della prima speciale, il secondo mentre stava compiendo una disperata rimonta durante la seconda tappa, la più dura e lunga dell’intero mondiale. Meeke danneggia parte dell’ala posteriore nella successiva Gartheiniog e quindi assesta il passo su un ritmo di sicurezza che vale alla C3 WRC ancora tre buoni piazzamenti e un settimo posto assoluto al termine del secondo giorno. Queste sono le dichiarazioni del pilota al termine del Day 2: “Una giornata da pazzi, in condizioni davvero difficili, fango, pioggia, la nebbia al buio. Ma la Macchina risponde molto bene ed è molto equilibrata. Mi fa divertire. Anche senza il supporto aerodinamico dell’ala che ho rotto per metà, e anche nella nebbia: magnifico“.

Breen e Martin sono l’equipaggio della C3 WRC numero 8, rientrato in corsa dopo essere uscito di strada in una scivolata di lato al termine della prima tappa. Breen e Craig capiscono dopo i problemi sofferti ai freni si assestano attorno alla decima posizione, non disdegnando, tuttavia, l’acuto della seconda, interminabile Dyfi, conclusa al sesto posto assoluto.

Altri contenuti