Auto e Moto d’Epoca 2017: tutto quello che c’è da sapere

Anticipazioni sulle presenze “ufficiali”, i principali eventi in programma, orari e biglietti della rassegna dedicata agli appassionati di motorismo storico, che si tiene a Padova per l’intero weekend.

Undici padiglioni, rappresentanze “ufficiali” delle principali Case auto; spazi espositivi animati da Enti istituzionali, club e sodalizi di marca, ricambisti e collezionisti; e ancora: editoria specializzata, aree di incontro fra privati con auto storiche in vendita; esposizione di vetture di elevato prestigio, meeting a tema e tavole rotonde. E, fra le novità, l’asta Bonhans. Ecco, in estrema sintesi, il cartellone che anima l’edizione 2017 di “Auto e Moto d’Epoca”, annuale kermesse aperta a tutti gli appassionati di motorismo “vintage”, che domani (venerdì 27 ottobre) apre i battenti.

L’evento che si tiene nel complesso fieristico di Padova, rappresenta una delle principali manifestazioni a tema in Italia, nonché uno degli appuntamenti più seguiti su scala internazionale. Lo dimostrano i 90.000 visitatori che affollarono la rassegna nell’edizione 2016. E lo dimostrano le 4.500 auto in esposizione, i 1.600 stand di settore e, appunto, la presenza di alcuni dei big player automotive, per i quali la partecipazione alle manifestazioni riservate alle auto d’epoca costituisce un formidabile biglietto da visita per aiutare il pubblico a conoscere più a fondo le tradizioni di uno specifico marchio e, nel contempo, illustrare le novità hi-tech in fase di sviluppo e di imminente messa in produzione.

Gli spazi dedicati alla nuova produzione automotive – padiglioni 1, 3, 4 e 15 – vedono la presenza di Jaguar (la nuova E-Pace, il SUV F-Pace, la nuova 100% elettrica I-Type), del Gruppo Volkswagen per la tappa conclusiva dell’e-Roadshow chiamato a promuovere la mobilità elettrica di ultima generazione (protagonista la nuova VW e-Golf), di FCA-Fiat Chrysler Automotive (a disposizione del pubblico ci sono Abarth 124 Spider ed Alfa Romeo 4C), PSA Groupe (per Peugeot, che ad Auto e Moto d’Epoca festeggia la vittoria del decimo Campionato Italiano rally, la storia di produzione e sportiva delle “medie” 305 V6 Sport, prototipo mai impiegato nelle competizioni, 309 GTi e 308 GTi by Peugeot Sport; per Citroen, la nuova C3 Aircross a rappresentare una liaison di immagine con la storica Dyane, della quale a Padova si celebrano i 50 anni dal debutto sul mercato). Da parte di Volvo, l’edizione 2017 di “Auto e Moto d’Epoca” coincide con le celebrazioni per i novant’anni dalla fondazione del marchio di Goteborg. Per l’occasione, lo stand Volvo conta sulla presenza di quattro modelli scelti fra i più rappresentativi: la Volvo PV444, la Duett, la PV544 Rally Safari Replica e la coupé P1800.

Confermato il “fuori Salone”, un ulteriore biglietto da visita per l’immagine dell’evento: per l’occasione, l’intero capoluogo assume la fisionomia di un “immenso manifesto”, nel quale le vie e le piazze centrali vengono dedicate alle Case auto nonché ai principali contenuti del Salone.

La storia delle competizioni sportive, ad Auto e Moto d’Epoca 2017, si snoda lungo un approfondimento di conoscenza del GP d’Italia: una “Monza Experience” (come è stata definita dal presidente dell’Automobile Club d’Italia e di ACI Storico, Angelo Sticchi Damiani) che, partendo dal trofeo innalzato nel 1921 da Jules Goux quale vincitore del primo GP d’Italia, attraverserà le competizioni che si sono disputate, nei nove decenni successivi, sull’autodromo brianzolo.

E, sempre a proposito di competizioni e di auto storiche “nazionali”, sono da segnalare la presenza dell’esemplare unico Abarth 1000 Bialbero Pininfarina che nel 1960 infranse otto primati mondiali di velocità, per la propria categoria, a Monza; la rappresentanza di Touring Superleggera, l’atelier milanese (oggi con sede nei dintorni di Rho) fondato nel 1926 da Felice Bianchi Anderloni, attesa con una Alfa Romeo 1900C Super Sprint II Serie e una Ferrari 166 Coupé del 1950. E, per Lancia (il marchio nazionale di prestigio, oggi sorretto esclusivamente dalla Ypsilon, che nel nostro Paese continua ad essere fra i modelli più graditi, potrebbe benissimo tornare a rappresentare la produzione alto di gamma italiana!), riflettori puntati sulla storica “dinastia” Appia, che fra il 1953 e il 1963 contrassegnò, per molti automobilisti, l’ingresso nell’ovattato “mondo-Lancia”; ma anche sulla iconica Aprilia, l’ultima idea di Vincenzo Lancia, che nel 1937 inaugurò su scala nazionale la tecnologia della scocca portante e delle porte “ad armadio” senza montante centrale. Abarth e Lancia, ad Auto e Moto d’Epoca 2017, fanno parte del patrimonio FCA Heritage, il nuovo servizio di documentazione, certificazione e conferma di autenticità per i marchi italiani che oggi fanno capo al Gruppo; insieme ad Alfa Romeo – presente a Padova con la Sport 33.3 del 1970, in configurazione Le Mans –, a Fiat (con la cabriolet sportiva 525SS, che venne prodotta fra il 1929 e il 1933) – ed Abarth, che espone una 124 Rally Gruppo 4 nella storica livrea giallo-blu Olio Fiat.

Fra gli eventi maggiormente attesi dagli appassionati, il debutto alla Fiera di Padova della Casa d’aste Bonhans, chiamata ad aggiungere ulteriore valore all’evento. In programma da sabato 28 ottobre, l’incanto di 60 auto storiche di elevato prestigio: fra queste, si segnalano una Abarth Monomille GT del 1963, una Mercedes 300 SL (la leggendaria “Ali di Gabbiano”) del 1957 e una 230 SL Roadster con hardtop del 1967, una “flotta” di modelli storici di oltremanica (su tutte: le Jaguar XK120 ed E-Type) e, per proseguire con le “veterane” di casa nostra, una Lancia Flaminia Sport 3C Zagato del 1962 e una Lancia Flaminia Touring Convertibile del 1961. Bonhans metterà in ogni caso a disposizione degli enthusiast un lotto di modelli alla portata di pressoché qualsiasi portafoglio.

Il mondo istituzionale viene rappresentato, ad Auto e Moto d’Epoca 2017, dallo stand della Polizia di Stato: lo spazio espositivo “in blu” sarà animato dalle “supercar di servizio” Lamborghini Gallardo e Ferrari 250 GT 2+2 (la leggendaria “nera” in dotazione alla Questura di Roma fra il 1963 e il 1973).

Auto e Moto d’Epoca 2017 sarà aperta al pubblico venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 ottobre, dalle 9 alle 19. Il biglietto di ingresso – acquistabile anche online previo accesso al sito Web istituzionale autoemotodepoca.com – viene fissato in 24 euro (una giornata), 44 euro (abbonamento per due giornate) e 62 euro (“pacchetto” per tre giorni). L’ingresso ridotto (19 euro) è riservato a ragazzi da 13 a 17 anni e persone con invalidità inferiore all’80%; ingresso omaggio per bambini e ragazzi fino a 12 anni e persone con invalidità superiore all’80% con accompagnatore.

Alfa Romeo ad Auto e Moto d’Epoca 2016 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

EuroNCAP Crash Test: Toyota Yaris 2020

Altri contenuti