Formula 1, Gran Premio d’USA, qualifiche: Vettel marca Hamilton

Sebastian tiene alta la tensione, Lewis vola e si gode i favori del pronostico. In USA però il Mondiale non è ancora assegnato.

Diciassettesima qualifica della stagione, tre gare alla fine del Campionato, la Ferrari e Vettel inseguono il favorito alla vittoria del Mondiale piloti, Lewis Hamilton e la destinata al Titolo costruttori, la Mercedes. In America però ci sono ancora delle opportunità per gli inseguitori Rossi di lasciare aperta una lotta che sin dall’inizio dell’anno è stata entusiasmante. Le monoposto e i piloti sono pronti, la Q1 sta per iniziare!

Kvyat è il primo a scendere in pista, ritornato al volante della Toro Rosso dopo l’addio di Sainz approdato in Renault. Insieme a lui anche Brendon Hartley, nuovo compagno di squadra del russo; altro aneddoto del weekend: le gomme ultrasoft, di solito viola, portano il colore rosa. Hamilton anche è in pista, ma dal camera car si vede l’inglese impegnato in una guida un po’ sporca, con molte correzioni, mentre meglio fa Bottas, piazzandosi davanti a tutti. Altre novità: Alonso ha rinnovato per un anno con la McLaren, rinnovo anche per Verstappen con la Red Bull. Al momento le Ferrari sono in quarta e sesta posizione, con Vettel dietro a Kimi. Che rischio per Grosjean, con Stroll che, spostandosi di traiettoria, ha rischiato di farsi centrare in pieno dal francese della Haas. Da segnalare che soltanto Mercedes e Ferrari hanno il tempo con le supersoft, mentre è molto buona la quinta posizione di Sainz. Vanno fuori Ericsson, Stroll, Hartley, Wehrlein, Magnussen.

Via con la Q2! Subito fuori le Mercedes, Hulkenberg e la Renault hanno invece deciso di non partecipare alla sessione perché comunque dovranno scontare tante posizioni in griglia per aver montato una nuova power unit. Ancora avanti a tutte le frecce d’argento, con Hamilton che batte il record della pista, la Ferrari non sembra avere la velocità per sconfiggere la Mercedes e piazza Vettel terzo a 8 decimi e Raikkonen quinto a quasi un secondo. Ultimi minuti per agguantare la Q3: la pista non concede molti miglioramenti, va molto forte però Alonso che si toglie dai guai, mentre vengono esclusi Massa, Kvyat, Vandoorne, Grosjean e Hulkenberg.

Siamo alla Q3! Subito tutti in pista, le Mercedes sono ancora una volta le prime a fare il tempo, con Lewis che abbatte ancora il suo record della pista, Bottas gli sta dietro di quasi mezzo secondo. Ricciardo si mette terzo a 1 secondo da Hamilton, Vettel poi scalza l’australiano e Verstappen, ma a sua volta viene scalzato da Kimi. Le Rosse però pagano quasi 8 decimi dalla Mercedes!?! A 3 minuti dalla fine della sessione, tornano tutti in pista per l’ultimo assalto: Vettel sembra avere un buon assetto, vediamo se può impensierire almeno Bottas, che non si sta migliorando…e il tedesco si mette in seconda posizione. Ricciardo quarto, Verstappen quinto, Kimi scalza l’olandese, mentre la pole position numero 72 in carriera va ad Hamilton. Questi i primi 10: Hamilton, Vettel, Bottas, Ricciardo, Raikkonen, Verstappen, Ocon, Sainz, Alonso, Perez.

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.