Lamborghini Huracàn O.CT 800 Supercharged by O.CT Tuning

La creazione della factory austro-elvetica O.CT Tuning si è aggiudicata il primo premio per le elaborazioni in un contest organizzato da un magazine tedesco.

Non si tratta di un riconoscimento “ufficiale”, quanto di un titolo assegnato ad una elaborazione aftermarket: il magazine tedesco “Grip”, specializzato in materia di tuning, ha conferito il “Tuning Hobel 2017” alla Lamborghini Huracàn O.CT 800 Supercharged, “riveduta e corretta” dallo specialista O.CT Tuning, Divisione dello specialista Oberscheider.

La “super-Huracàn” a compressore volumetrico dal 18% di potenza e dal 40% di forza motrice in più rispetto all’edizione “di serie” ha primeggiato in un contest che l’ha messa in diretta competizione di fronte ad un club di supercar altrettanto poderose: fra queste, sono da segnalare una Ferrari 488 e una Ford GT con 1.099 CV sotto il cofano.

La Lamborghini Huracàn O.CT 800 Supercharged by O.CT Tuning rappresenta uno dei più elevati esempi di elaborazione operati su uno dei modelli di Sant’Agata Bolognese. Proposta dalla factory austro-elvetica nelle versioni coupé ed  LP610-4 Spyder (che venne svelata in anteprima al Salone di Francoforte 2015), ed arricchita con un ampio programma di inverventi, la Huracàn by O.CT Tuning si segnala per una particolare attenzione alla meccatronica.

Ciò ad indicare che – fatta salva la scelta di una esclusiva livrea per la carrozzeria e la progettazione di un set di cerchi da 9×20 all’avantreno e 12.5×21 al retrotreno – il corpo vettura rimane pressoché inalterato in rapporto alla  Huracan attualmente in listino, corrispondente all’edizione oggetto di un aggiornamento attuato ad inizio 2016: telaio a struttura “ibrida” (formata, cioè, da elementi in alluminio e fibra di carbonio), impianto di illuminazione a Led, regolazione elettrica dei sedili, nuovi rivestimenti interni in pelle e Alcantara, specchi retrovisori con funzione “fold – in”, finestratura oscurata, uno schermo TFT da 12.3″ a colori per la strumentazione e il sistema infotainment Lamborghini con impianto audio a lettore Cd, Mp3 e Dvd.

Sotto il cofano, O.CT Tuning ha rivolto gran parte della propria “cura”: se i 610 CV a 8.250 giri/min e 560 Nm di coppia massima a 6.500 giri/min sprigionati “di serie” dal 5.2 V10 che equipaggia Huracan LP610-4 Spyder (dotata di trasmissione LDF – Lamborghini Doppia Frizione a sette rapporti e due frizioni multidisco a comando idraulico e controllo elettronico), già più che sufficienti per entusiasmarsi, dovessero risultare “perfettibili”, O.CT Tuning ha sviluppato un software IPRO (Intelligent PROgramming system), che consente la rimappatura della centralina di gestione attraverso l’interfaccia OBD-II; e ha progettato e realizzato  sistema di sovralimentazione volumetrica supplementare (disponibile anche per la “cugina di motorizzazione” Audi R8), costruito “in casa” – attività nella quale Oberscheider è specialista – che gioca il ruolo più consistente nel programma di elaborazione per Lamborghini Huracan LP610-4 Spyder, insieme alla realizzazione di uno specifico impianto di scarico di nuovo disegno. Ciò si traduce in una potenza di 815 CV e ben 810 Nm di coppia massima.

Eccezionali i valori su strada dichiarati da O.CT Tuning: lo scatto da 0 a 100 km/h viene coperto in 2”5; l’accelerazione da 0 a 200 km/h richiede 8”3; la velocità massima è di oltre 325 km/h.

Lamborghini Huracàn Supercharged by O. CT Tuning Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Lamborghini Huracan EVO RWD Spyder

Altri contenuti