Seat Ateca 2.0 TDI Xcellence by DF Automotive: tuning di sostanza

Una sessantina di CV e il 30% di coppia in più per il SUV mid-size di Martorell, che in estetica guadagna un nuovo set di cerchi e pneumatici, e si appoggia su ammortizzatori a taratura specifica.

L’elaborazione sui più recenti modelli “Sport Utility” rappresenta uno degli ultimi traguardi (in ordine di tempo) ottenuti dalle aziende specializzate negli interventi di tuning: a conferma delle attuali preferenze di mercato, che vedono i veicoli appartenenti al segmento SUV (e, nello specifico, SUV “mid-size”) dare un fattivo contributo allo sviluppo della produzione automotive nei Paesi UE, ecco un primo esempio di elaborazione su Seat Ateca.

L’intervento porta la firma di DF Automotive, una delle più giovani realtà nel panorama tedesco delle elaborazioni: l’azienda di Flensburgo (città dello Schleswig-Holstein situata nei pressi del confine con la Danimarca), fondata nel 2006 e specializzata nella realizzazione e vendita di componenti aftermarket – ammortizzatori, cerchi e ruote, impianti di scarico sportivi – svela una interessante opera di tuning per Seat Ateca.

Il progetto è relativo alla declinazione 2.0 TDI 150 CV in allestimento Xcellence dello “Sport Utility” di Martorell che aveva debuttato, in anteprima, al Salone di Ginevra 2016, progettato sulla piattaforma MQB (Modularer Querbaukasten) sviluppata dal Gruppo VAG-Volkswagen Audi, e che si segnala già nell’impostazione di serie per un’immagine di tono volutamente sportivo (qui la nostra prova su strada della declinazione 2.0 TDI 190 CV).

Anche per questo, l’intervento operato dai tecnici DF Automotive si limita ad un generale “ritocco” all’estetica, senza stravolgerne le caratteristiche di base: nel dettaglio, Seat Ateca 2.0 TDI Xcellence by DF Automotive mette in evidenza, al corpo vettura, soltanto un nuovo set ruote formato da cerchi MSW da 8.5×20, a finitura lucida, e pneumatici Hankook Ventus S1 EVO2 da 235/35 ZR 20.

L’assetto riceve nuovi ammortizzatori KW a taratura più rigida. Esistono, tuttavia, ulteriori possibilità di personalizzazione relative a cerchi, sospensioni e impianto di scarico, come sottolineano i tecnici DF Automotive, in modo da rendere Seat Ateca più rispondente alle esigenze individuali di ciascun appassionato.

Dal punto di vista meccatronico, per il primo “lancio” di componenti aftermarket sul nuovo SUV-mid size di Seat DF Automotive ha scelto di mantenere un profilo piuttosto basso, in sintonia con le lievi modifiche operate agli esterni e, secondo le specfiche indicate da ciascun cliente, all’abitacolo. L’elaborazione al motore – ricordiamo che Seat Ateca “riveduta e corretta” dalla factory del nord della Germania viene equipaggiata con la collaudata unità 2.0 TDI da 150 CV e 400 Nm di coppia massima, abbinata al cambio manuale a sei rapporti – ha riguardato, in questo caso, l’adozione di un programma di rimappatura alla centralina, sviluppato da Kraftbox, che aumenta la potenza del 40% circa e la forza motrice del 30%, in modo da arrivare a 213 CV e 460 Nm.

Sarebbe interessante conoscere i valori prestazionali raggiunti da Seat Ateca 2.0 TDI Xcellence dopo la “cura” DF Automotive e l’elaborazione centralina Kraftbox: velocità massima e scatto 0 – 100 km/h non vengono comunicati; la vettura dovrebbe, tuttavia, spuntare qualche decimo rispetto ai 9” richiesti nell’accelerazione da fermo a 100 km/h, e alcuni km/h in più sulla velocità di punta (190 km/h nella versione di serie).

Seat Ateca by DF Automotive Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nuova Seat Ateca 2021

Altri contenuti