Il futuro di Fiat è ibrido, non elettrico

Marchionne ha confermato che il futuro di Fiat è legato all’auto ibrida e non elettrica. Sul mercato dal 2012

Marchionne ha confermato che il futuro di Fiat è legato all’auto ibrida e non elettrica. Sul mercato dal 2012

Fiat ha tolto ufficialmente il velo sui propri progetti di auto a basso impatto ambientale: la prima vettura uscirà nel 2012 e non sarà una elettrica pura maavrà una tecnologia ibrida.

“Quelle totalmente elettriche non fanno fare soldi ai produttori ed è comunque presto per parlarne” ha detto quel Sergio Marchionne che ha rivoluzionato la filosofia del Lingotto. “Nonostante la nostra ibrida sia pronta, non abbiamo voluto portarla al Salone di Parigi perché ci sembrava troppo presto per parlarne”.

La direzione, comunque, è quella appena citata perché ritenuta veramente risolutiva per ridurre i consumi e le emissioni di CO2 “purché – continua l’AD Fiat – si sia molto attenti a comprendere il modello economico alla base dei veicoli elettrici”.

“Tutto sta anche nello standardizzare la produzione e la distribuzione, avendo ben chiaro in mente che i due maggiori problemi da risolvere sono l’autonomia delle batterie delle auto e gli elevati costi connessi a questa tecnologia”.

Il lancio potrebbe avvenire inizialmente negli Stati Uniti con il marchio Chrysler e poi essere ripetuto in Europa qualche mese più tardi. Intanto, Marchionne ha confermato che il lancio sul mercato di nuovi modelli Fiat avverrà a fine 2011visto che il momento difficile che sta vivendo il settore ci suggerisce di aspettare tempi migliori quando la ripresa sarà più forte.

Fiat Ducato 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021
News

Stellantis al Milano Monza Motor Show 2021

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.