Citroen: problemi tecnici per Mikkelsen prima della gara

L’elettronica fa le bizze sulla Citroen C3 WRC Plus di Mikkelsen

Inizia con un inconveniente l’approccio di Andreas Mikkelsen al Rally di Polonia. Infatti, il pilota del Double Chevron ha dovuto fare i conti con un problema all’elettronica che lo ha costretto a tornare al parco assistenza durante il primo run. Un imprevisto che ha fatto ripartire il norvegese con un fondo già compromesso dal ripetuto passaggio delle altre auto.

Nonostante ciò, il tempo di 2’15’’2 raggiunto al quarto di cinque passaggi da Andreas Mikkelsen fa ben sperare, visto che Stéphane Lefebvre ha fermato il cronometro in 2’16’’0, mentre Craig Breen in 2’16’’6. Adesso non rimane che aspettare la partenza, ma Mikkelsen vede comunque il bicchiere mezzo pieno.
“Non siamo riusciti a fare bene il nostro primo run per un piccolo problema tecnico. Al secondo passaggio la strada era in condizioni disastrose, e non adatta a testare le nostre regolazioni, viste le condizioni così diverse da quelle dei test. Abbiamo comunque fatto qualche piccolo aggiustamento. Se continua a piovere il lavoro di questa mattina ci potrà essere molto utile”.

Certo, non sarà facile contendere la scena alle agguerrite Hyundai i20 WRC Plus di Neuville, Paddon e Sordo, così come ci sarà da rimboccarsi le maniche per mettere in difficoltà un Tanak in gran forma ed il campione del mondo in carica Ogier al volante della Ford Fiesta WRC.

Inoltre, anche le Toyota sembrano sempre più agguerrite, ma la Citroen sta lavorando sodo per tornare al vertice dopo qualche battuta d’arresto dovuta ad incidenti piuttosto che a reali difficoltà incontrate dalla vettura che si è sempre dimostrata altamente performante.

Nuova Citroen C3 2020: immagini ufficiali inedite Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Citroen C3 Aircross 2021

Altri contenuti

Elettrificazione “per tutti” e nuovi servizi alla mobilità al centro della rassegna lombarda che costituisce un’importante manifestazione per la ripartenza dell’intera filiera automotive dopo l’emergenza sanitaria.