F1 Gran Premio di Azerbaijan, qualifiche: super Mercedes

Le “frecce d’argento” volano, la Ferrari limita i danni. Brividi a non finire tra pura velocità e muri e barriere sempre troppo vicini.

Nel momento in cui la sfida per la lotta mondiale tra Ferrari e Mercedes e tra Vettel e Hamilton si infiamma, l’inglese agita il Circus con una voce che lo vede stanco della Formula 1 e possibile ritirato per la stagione 2018. Anche per questo motivo le qualifiche di Baku assumono un’importanza incredibile, perché proprio qui le Ferrari sono date per favorite, ma è proprio quando tutti danno Hamilton per sfavorito che il Campione della Mercedes tira fuori il meglio di sé. Seguite con noi le prove del Gran Premio di Azerbaijan, si preannuncia un weekend strepitosamente instabile, durante il quale la sorpresa è costantemente dietro l’angolo!

Inizia la Q1! Inizia la prima qualifica ufficiale del Gran Premio di Azerbaijan, che l’anno scorso venne chiamato Gran Premio d’Europa. Sulla monoposto di Vettel è stato cambiato il motore, poiché sul precedente aveva problemi di perdita di liquidi. Le Mercedes sono le ultime a scendere in pista, Sainz intanto si gira nel suo tentativo veloce…qui si vedranno molti di questi episodi, anche nelle libere i piloti hanno sbagliato molto. Massa si esibisce in un gran traversone controllato in modo impeccabile, intanto Kimi è avanti a tutti e dietro ci sono le due Force India. Adesso i piloti iniziano ad abbassare i tempi, Hamilton fa il nuovo record della pista, dietro di lui Verstappen, poi Kimi e le Force India. Bottas intanto è ancora 19°, senza tempo, Palmer invece per problemi al motore non prende parte alle qualifiche. Hamilton continua a macinare tempi record, Vettel è in sesta posizione, Alonso e Ricciardo bisticciano a causa di un disturbo a sfavore dello spagnolo. Le McLaren saranno in ultimissima fila per una penalità inflitta a entrambe le monoposto a causa della somma di sostituzioni avute sulle due vetture…un’infinità! Vanno fuori Alonso, Grosjean, Ericsson, Vandoorne e Palmer.

Via con la Q2! E’ di nuovo Hamilton a scendere in pista, con lui tanti altri piloti, impegnati a riscaldare le gomme. Gli unici due a spingere subito sono Massa e Raikkonen, con il brasiliano che sta già guidando al limite sfiorando spesso i muri. Intanto Raikkonen fa la pole provvisoria avanti alle due Red Bull, poi Hamilton e Bottas lo superano, ma di poco, circa di un decimo. Intanto è in evidenza il sesto tempo di Stroll, protagonista fino ad ora di un week end in cui è stato sempre molto veloce. Vettel al momento è in ottava posizione…mancano dei cavalli probabilmente e di certo non gli fanno bene gli 8 decimi che Hamilton sta rifilando al compagno di squadra Bottas e i nove decimi a Raikkonen. Nel frattempo buono il secondo tempo di Verstappen, molto veloce nella parte mista del circuito, da impressionare tutti gli addetti ai lavori, ma arriva Vettel e lo scalza, seppur a sette decimi di distanza da Hamilton. Vanno fuori Kvyat, Sainz, Magnussen, Hulkenberg e Wehrlain.

Ha inizio la Q3! Mercedes dentro, così anche Ricciardo, Bottas prende il largo dal pilota Red Bull e dal compagno di squadra, sfatando ogni sorta di aiuto in stile “gioco di scia”. Adesso tutti in pista tranne Stroll e le Force India; dalla Red Bull incitano Ricciardo a continuare il lavoro di riscaldamento degli pneumatici. Il finlandese della Mercedes apre le danze: buono il suo primo settore, ma altrettanto veloce è Hamilton; Ricciardo è dietro ai due della Mercedes, di almeno sei decimi (così dicono i parziali). Raikkonen viaggia su buoni tempi, Bottas fa la pole, dietro per 54 millesimi Hamilton, Vettel è ancora senza giro…quando stava tirando ha fatto un lungo. Intanto problemi per Ricciardo e bandiera rossa…sembra che sia esploso il suo pneumatico posteriore sinistro dopo aver urtato in un traverso le barriere. Gli uomini della Ferrari corrono a recuperare Vettel che era fermo in pit lane nel momento in cui è stata data bandiera rossa…dovranno sbrigarsi a riportarlo nei box. Ottimo intanto il terzo tempo di Verstappen, che si trova a 4 decimi da Hamilton e dietro si è messo Raikkonen a sei decimi. Via, si riparte per gli ultimi 3 minuti! Verstappen esce per primo, dai box lo avvisano che la monoposto che ha dietro, quella di Bottas, potrebbe passarlo. Tutti a riscaldare le gomme, la Ferrari fa uscire prima Raikkonen, mentre Vettel esce per ultimo, si tiene l’ultimo colpo di queste qualifiche. E’ sfida tra Bottas e Hamilton, bene anche Verstappen, che poi però alza i suoi intertempi…nel settore centrale Lewis Hamilton vola…e fa superpole, poi Bottas, spinge Kimi, è terzo, dietro di lui Vettel, poi Verstappen, Perez, Ocon, Stroll e Massa.

I Video di Motori.it

MIMO 2021: intervista a Andrea Levy

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.