Ferrari: il V8 della 488 GTB è International Engine of the Year 2017

Il propulsore V8 Ferrari vince per la seconda volta il premio posizionandosi davanti le unità Porsche e Bmw.

La Casa del Cavallino Rampante vince di nuovo il prestigioso premio International Engine of the Year 2017. Il V8 3.9 litri biturbo della Ferrari 488 GTB è stato eletto miglior motore in assoluto anche nel 2017, riconfermando in questo modo la vittoria ottenuta lo scorso anno. L’International Engine of the Year è un prestigioso riconoscimento nato nel Regno Unito con lo scopo di premiare i propulsori più innovativi del momento.

Con 251 voti a favore, il V8 della Ferrari straccia l’agguerrita concorrenza rappresentata da Porsche e Bmw, rispettivamente salite sul secondo e terzo gradino del podio: 216 sono andati al sei cilindri boxer 3.0 litri turbo firmato dal costruttore di Zuffenhausen, mentre 151 punti al tre cilindri 1.5 litri ibrido della Casa dell’elica.

L’unità Ferrari, che equipaggia sia la versione 488 GTB che la variante 488 Spider, straccia per la seconda volta la concorrenza, con Porsche che non vince dal lontano 1999, mentre la Bmw i8 aveva primeggiato nel 2015. Come se non bastasse, la 3.9 litri V8 biturbo della Casa del Cavallino Rampante conquista anche il premio “Performance Engine of the Year 2017”, staccando di molto  il 6 cilindri boxer 4.0 litri della Porsche 911 GT3 e il V8 4.0 litri biturbo della Mercedes-AMG, utilizzato sulla Classe C e sulla GT.

Gli altri riconoscimenti consegnati sono il premio “New Engine 2017” è andato al 3.5 V6 ibrido che equipaggia la potente Honda NSX, subito dietro troviamo il 2.0 litri turbo Diesel della Mercedes Classe E , mentre sul terzo gradino del podio si posizione il portentoso V6 biturbo 2.9 litri dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

Il riconoscimento “Electric Powertrain” dedicato alle unità ecosostenibili è andato alla Tesla, capace di primeggiare su BMW i3 e Chevrolet Bolt (quest’ultima utilizza  la medesima meccanica della “nostra” Opel Ampera-e). La classifica del premio “Green Engine 2017” ricalca quella precedentemente enunciata, con l’unica differenza che la Bmw i8 prende il posto della sorella più piccola i3. Infine, passando alle graduatorie che vedono premiare le cilindrate troviamo nuovamente al vertice dei motori sono il litro, il tre cilindri turbo benzina  Ecoboost da 999 cc, la fascia superiore  viene invece conquistata dal tre cilindri 1.2 litri turbo del Gruppo PSA, salendo ulteriormente troviamo il 1.5 litri della BMW i8 (fascia tra il 1.4 e 1.8 litri), mentre sotto i 2.0 litri vince il motore Porsche. Le cubature più generose sono invece state conquistate da Audi con il 2,5 litri 5 cilindri, il boxer 3.0 litri turbo Porsche ed infine il V8 biturbo 3.9 litri e il 12 cilindri 6.3 litri, entrambi targati Ferrari.

Ferrari 488 GTB: la prova su strada Vedi tutte le immagini
Altri contenuti