Motor Show di Bologna 2017: presentata la nuova edizione

L’attesa edizione 2017 del Motor Show di Bologna ricalcherà la formula dello scorso anno, aggiungendo però tante succulenti novità.

E’ stata presentata nella location dell’Hotel Excelsior Gallia di Milano l’edizione 2017 dell’attesissimo Motor Show di Bologna che si svolgerà nell’ormai classica cornice di BolognaFiere dal 2 al 10 dicembre prossimi. Forte del successo ottenuto nell’ultima edizione, dopo il periodo di incertezze vissuto negli scorsi anni, il Motor Show torna nella città emiliana con la promessa di ricalcare la formula vincente che ha reso celebre questa kermesse.

Durante la cerimonia di presentazione dell’evento, il direttore generale di BolognaFiere, Antonio Bruzzone, ha dichiarato con orgoglio: “Il 2016 per BolognaFiere è stato un buon anno, con circa 40 manifestazioni in diversi settori merceologici. Vogliamo continuare a giocare il ruolo che ci è proprio, quello di promotore dell’economia del nostro territorio e del sistema economico nazionale nel suo complesso. E quest’anno confermiamo il presidio del settore auto, con il Motor Show, in un contesto sensibile come la Motor Valley”.

L’edizione di quest’anno ricalcherà l’apprezzato format di quella del 2016, con gli stand dei vari Costruttori internazionali protagonisti dell’evento. Non mancherà la famosa Area 48 che si trova nella zona esterna della fiera, presentata al pubblico con inedite caratteristiche tecniche e di sicurezza che permetteranno uno svolgimento delle gare in programma caratterizzate da prestazioni “al limite del possibile”.

Tra i protagonisti indiscussi troveremo anche quest’anno il motorismo storico, declinato in una nuova evoluzione del padiglione “Passione classica”, dove sarà possibile ammirare da vicino i modelli dal carattere “racing“ provenienti dai più prestigiosi musei italiani. Non mancheranno, infatti, le auto da corsa che hanno fatto la storia delle più leggendarie gare automobilistiche di una volta. Tra le vetture di interesse storico presenti ci saranno quelle di famosi collezionisti privati e quelle iscritte ai registri di marca Aci Storico e ASI, molte delle quali saranno impegnate in emozionanti corse in pista tra cui le gare delle Formula 1 storiche e dell’Historic Challenge. Tra le novità troveremo quella battezzata “Passione Classica Mercato”, ovvero un’area dedicata alla compravendita di auto, moto e ricambi d’epoca.

Particolare attenzione è stata rivolta al coinvolgimento dei giovani tramite la partecipazione degli atenei italiani che si sono distinti nel settore dell’automotive. Gli studenti particolarmente brillanti avranno la possibilità di esibire in pista i prototipi di automobili interamente progettati nelle loro università. Emblematica la storia di Stefano Moro, studente del Politecnico di Milano, che porterà in pista al Motor Show il suo prototipo di monoposto Formula SAE, dopo averlo svelato alla scorsa edizione della manifestazione. Infine segnaliamo il grande ritorno delle moto alla manifestazione bolognese: non mancheranno infatti mezzi da corsa e da cross pronti ad essere ammirati nelle aree interne ed a sfrecciare in quelle esterne.

Lamborghini al Motor Show 2016 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti