Trieste: Fido fa pipì sulle ruote? 300 euro!

Il Consiglio comunale di Trieste approverà un regolamento che punisce chi permette al cane di fare pipì sulle ruote delle auto e sugli arredi urbani

Il Consiglio comunale di Trieste approverà un regolamento che punisce chi permette al cane di fare pipì sulle ruote delle auto e sugli arredi urbani

Trieste: il cane fa i propri bisogni sulle ruote dei veicoli parcheggiati? Il padrone rischia una multa di 300 euro. Il Consiglio comunale del capoluogo friulano ha emanato infatti un nuovo regolamento che tutela maggiormente i proprietari di automobili e i cittadini in generale.

Sarà vietato per i padroni dei cani triestini far fare i “bisognini” ai loro fedeli animali sulle ruote di auto e moto in sosta ma anche sugli stipiti dei portoni, sulle vetrine dei negozi, sulle fioriere e in prossimità di panchine e altri arredi urbani. La sanzione pecuniaria prevista per i trasgressori va dai 50 ai 300 euro.

La motivazione che ha portato l’amministrazione a questa scelta finora unica in Italia è causata dalle numerose lamentele dei cittadini. L’assessore comunale allo Sviluppo Economico Paolo Rovis spiega: “Ci sono i proprietari di automobili e di motocicli che non gradiscono che le ruote dei loro mezzi vengano lordati dalla pipì dei cani. Negozianti e condomini lamentano di dover provvedere ogni mattina a pulire con la candeggina l’entrata del negozio o il portone di casa ed è giusto che l’amministrazione tenga conto delle esigenze di tutti. Per far urinare i cani resteranno a disposizione altri muri, gli alberi e i marciapiedi”.

I Video di Motori.it

Osservatorio Mobilità e Sicurezza Continental 2020

Altri contenuti