Sempre più città italiane scelgono il limite dei 30 km/h

Tommaso Giacomelli
29 Dicembre 2022
istockphoto-1136448499

Sempre più città italiane decidono di introdurre il limite dei 30 km/h per le strade urbane, per limitare incidenti e rischi.

Aumenta sensibilmente il numero di Comuni italiani che sta introducendo limiti di velocità più stringenti in città, per garantire più sicurezza e un minor numero di incidenti. Nell’ottica di rendere le strade un posto più sicuro per automobilisti, pedoni e altri utenti, alcune amministrazioni stanno intervenendo con alcune misure specifiche, volte a rendere più responsabili tutti quanti.

Una direttiva europea

L’idea di introdurre i 30 km/h come limite massimo in città giunge come sollecitazione da parte dell’Unione Europea, che ha pensato a una legge specifica per ognuno degli Stati membri: “Elaborare una raccomandazione per applicare limiti di velocità sicuri, in linea con l’approccio del “sistema sicuro” per tutti i tipi di strada, quali velocità massime di 30 km/ora, come regola generale, nelle zone residenziali e nelle zone con un numero elevato di ciclisti e di pedoni, con la possibilità di applicare limiti più elevati nelle principali arterie stradali con un’adeguata protezione degli utenti della strada vulnerabili; invita gli Stati membri a dare priorità agli investimenti nel controllo della velocità e in una comunicazione di qualità sulla centralità della velocità e della sua gestione; invita gli Stati membri ad applicare sanzioni dissuasive della velocità, compresi sistemi di penalità a punti, e a valutare la possibilità di prevedere corsi di sensibilizzazione sulla velocità per riabilitare i recidivi” , dice la risoluzione approvata il 6 ottobre 2021 del Parlamento Europeo.

Bologna e Torino da esempio

Il buon esempio in Italia viene portato avanti da Bologna, che introdurrà il limite dei 30 km/h in alcune delle sue strade urbane a partire da giugno 2023. In alcune strade a scorrimento veloce il limite resterà, invece, a 50 km/h, mentre ci saranno alcune zone residenziali dove non sarà addirittura possibile superare i 10 km/h. Un’altra grande città che sta virando verso questo limite è Torino: qui il limite di 30 km/h sarà valido nelle strade senza diritto di precedenza, mentre nel resto della città il limite sarà di 50 km/h. Non c’è però ancora una data ufficiale per rendere il provvedimento esecutivo.

Le altre città italiane

Altre città hanno introdotto questo limite da tempo, anche se non in tutto il territorio: Cesena (lo ha fatto addirittura nel 1998), Olbia, Reggio Emilia, Vicenza, Verona, Firenze, Genova, Caserta, Bergamo, Arezzo e Cuneo, mentre Parma lo farà nel 2024. MilanoRoma Napoli, per adesso non sembrano aderire al cambiamento, nonostante siano le metropoli più trafficate di tutto il Bel Paese.

Seguici anche sui canali social

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

  • fiat-panda-1-2-dynamic-13
    3.990 €
    FIAT Panda 1.2 Dynamic
    Benzina
    166.000 km
    04/2004
  • alfa-romeo-159-2-2-jts-16v-distinctive
    5.890 €
    ALFA ROMEO 159 2.2 JTS 16V Distinctive
    Benzina
    185.000 km
    05/2007
  • suzuki-swift-1-3-ddis-5p-glx-2
    3.990 €
    SUZUKI Swift 1.3 DDiS 5p. GLX
    Diesel
    151.000 km
    10/2006
  • suzuki-swift-1-3-5p-glx
    4.990 €
    SUZUKI Swift 1.3 5p. GLX
    Benzina
    142.000 km
    07/2005
  • smart-fortwo-700-coupe-passion-45-kw
    3.490 €
    SMART ForTwo 700 coupé passion (45 kW)
    Benzina
    133.000 km
    01/2005
  • smart-fortwo-600-smart-passion-40-kw
    2.990 €
    SMART ForTwo 600 smart & passion (40 kW)
    Benzina
    170.000 km
    10/2001
  • rover-25-1-4i-103cv-5-porte-se-piccadilly
    2.690 €
    ROVER 25 1.4i/103CV 5 porte SE Piccadilly
    Benzina
    94.000 km
    01/2004
  • peugeot-307-2-0-16v-180cv-5p-feline
    2.990 €
    PEUGEOT 307 2.0 16V 180CV 5p. Féline
    Benzina
    197.000 km
    01/2006
  • peugeot-207-1-4-vti-95cv-5p-energie
    3.990 €
    PEUGEOT 207 1.4 VTi 95CV 5p. Energie
    Benzina
    180.000 km
    02/2008

Ti potrebbe interessare anche

page-background