Nissan “presta” la vernice che si autoripara

Nissan ha concesso di utilizzare la propria vernice autoriparante impiegata su alcuni suoi modelli a una compagnia telefonica giapponese

Nissan ha concesso di utilizzare la propria vernice autoriparante impiegata su alcuni suoi modelli a una compagnia telefonica giapponese

Presto i Giapponesi potranno disporre di telefoni che non temono graffi, cadute o più semplicemente l’utilizzo quotidiano. La Nissan Motor Co. Ltd ha infatti annunciato di aver concesso l’utilizzo in licenza dell’innovativa vernice auto-riparante “Scratch Shield” alla NTT DoCoMo, uno dei principali operatori di telefonia mobile giapponesi.

La vernice viene utilizzata per la carrozzeria di alcuni modelli di Nissan e Infiniti e, grazie alla sua innovativa e sperimentale formula, è in grado di riparare autonomamente piccoli graffi o abrasioni auto-ripristinandosi negli strati più superficiali. Il tutto nello spazio di una notte o, al massimo, di una settimana.

Così, da ora, anche alcuni cellulari nipponici potranno beneficiare di questa invenzione, frutto della collaborazione con l’Università di Tokyo e Advanced Softmaterials Inc. e che riconferma la Nissan in prima fila nell’attività di ricerca e sviluppo di applicazioni tecnologiche che possano adattarsi a campi diversi rispetto all’automotive, come già successo con il monitor all-around e il sensore a infrarossi a lunga portata.

Nuovo Nissan Navara: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nissan Ariya: crossover 100% elettrico

Altri contenuti