Diminuisce il numero degli incidenti

I dati forniti da Polizia e Carabinieri a tre mesi dall’introduzione delle nuove norme parlano chiaro: – 27,3% d’incidenti in un anno

I dati forniti da Polizia e Carabinieri a tre mesi dall’introduzione delle nuove norme parlano chiaro: – 27,3% d’incidenti in un anno

L’entrata in vigore delle nuove norme in materia di sicurezza stradale sembra, per ora, sortire l’effetto sperato. Secondo i dati elaborati da Polizia Stradale e Carabinieri, negli ultimi tre mesi il numero complessivo degli incidenti è calato in modo consistente così come quello dei decessi delle vittime al di sotto dei 30 anni, la fascia d’età maggiormente coinvolta nelle esposta nelle stragi del fine settimana.

Nel periodo preso in esame (dall’8 agosto al 21 ottobre 2009) gli incidenti sono calati del 27,3% (passando da 77 a 56) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e specie nella fascia oraria particolarmente più a rischio, dalle 22 alle 06 del mattino, quando i giovani rientrano da locali e discoteche.

La flessione è ancora più evidente se si va a guardare la voce delle vittime sia di età inferiori ai 30 anni: -39,7% (da 58 a 35) sia nel totale (-39,4%; da 99 a 60). I dati in questione sono stati presentati al Viminale dal sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano in un incontro cui hanno preso parte anche i responsabili a livello nazionale delle associazioni e fondazioni Familiari delle vittime della strada.

Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.