Suzuki Misano Concept: un po’ auto un po’ moto il progetto Ied

“Barchetta” biposto in tandem asimmetrico che fa incontrare due filosofie, quella italiana e quella giapponese, ed incarna le caratteristiche delle quattro e delle due ruote: è il prototipo realizzato dall’Istituto Europeo di design in collaborazione con Suzuki.

Auto e moto si incontrano e danno vita ad progetto che esprime funzionalità, efficienza e praticità delle dimensioni compatte proprie dell’autovettura, e nello stesso tempo porta in dote spirito sportivo, emozionalità ed alte prestazioni che contraddistinguono il settore delle due ruote. È la concept Suzuki Misano, prototipo realizzato come tesi dell’anno accademico 2019-2020 da un gruppo di studenti del Master in Transportation Design di IED Torino e presentata nella cornice delle Officine Grandi Riparazioni.

Studenti di diverse nazionalità

La seconda espressione della partnership fra il marchio giapponese e Ied (si ricordano, a settembre 2020, i progetti U:man, Maud e Ikigai svelati a settembre 2020 e realizzati su un’idea di base “4x4xAll”) ha coinvolto 23 allievi provenienti da 9 Paesi – Italia, India, Francia, Belgio, Spagna, Libano, Albania, Turchia, Israele – coordinati da Michele Albera (per il Master in Transportation Design) e James Hope (per il progetto di tesi).

Il concetto di origine

“Base di partenza”, un quesito formulato da Suzuki: lo sviluppo di un modello di stile che intrecciasse la filosofia di design automotive giapponese con un approccio progettuale dai valori di autentica passione, stile e divertimento nella più pura tradizione italiana. In sintesi, si doveva rispondere al brief “La Dolce Vita x Way of Life”, in modo da dirigere la ricerca su un doppio binario: approfondire, cioè, l’essenza di immagine Suzuki e, in parallelo, dare forma alle suggestioni evocate dal capolavoro cinematografico di Federico Fellini, espressione universale di vita all’insegna di piacere ed eleganza.

Una roadster compatta dal layout inconsueto

Ed ecco il risultato, frutto di un iter realizzativo che ha avuto inizio nell’autunno 2020 ed ha coinvolto un centinaio fra allievi del Master in Transportation Design, docenti e membri dell’Istituto Europeo di Design: una “barchetta” dalle dimensioni supercompatte (4 m di lunghezza, 1,75 m di larghezza, 1 m di altezza su un passo di 2.600 mm e carreggiate di 1.500 mm) dalla disposizione “in tandem” dei due posti per conducente e passeggero. Come nelle moto, cioè, tuttavia in posizione decentrata e reciprocamente asimmetrica, per lasciare spazio alla porzione di destra dove vengono collocate le batterie di alimentazione ed un baule per i bagagli.

Comandi come sulle moto

Ed a rievocare il settore delle due ruote, l’adozione di una sorta di manubrio (che Suzuki indica come “unità di controllo”) al posto del volante e funzionale alla completa gestione del veicolo senza dover togliere le mani. Accelerazione e frenata possono essere effettuate proprio come su una moto, così come provvedere alla visualizzazione ed ai relativi controlli delle informazioni di bordo: tutto a portata di mano per far sì che l’esperienza di guida sia – come appunto avviene nelle vetture di impostazione più sportiva e nelle motociclette – un tutt’uno con il veicolo.

Un accurato studio sui flussi

L’attenzione per l’aerodinamica si manifesta attraverso un elemento collocato in corrispondenza dei gruppi ottici anteriori (a Led) e dalle notevoli feritoie laterali, che dirigono i flussi dell’aria verso gli sfoghi posizionati nella zona posteriore della vettura dove fa bella mostra di se anche un ampio diffusore.

Le dichiarazioni

“Misano è il risultato del lavoro di squadra dei nostri studenti che, da tutto il mondo, hanno scelto Torino per prepararsi al loro futuro professionale – dichiara Paola Zini, direttore dell’Istituto Europeo di Design di Torino – Trovano in IED il contesto fertile e internazionale che permette di acquisire nuove competenze, sviluppare provocazioni progettuali e sperimentare con la propria creatività e lo sguardo proiettato al futuro del settore. Il confronto e la collaborazione con aziende caratterizza i due anni del percorso formativo, che culmina con la progettazione di un modello in scala 1:1 secondo le dinamiche di un centro stile, preparando gli studenti a essere professionisti pronti ad affrontare le sfide del mercato”. “Grazie alla collaborazione tra IED e il brand Suzuki, è stato creato un concept vehicle che guarda alle due anime della produzione Suzuki, compact car e moto – aggiunge Kimihiko Nakada, direttore del Design Center di Suzuki Italia – Una tesi nata dalla passione dei giovani studenti e sviluppata come un progetto di un vero centro stile per offrire una nuova esperienza alla prossima generazione”.

Di prossima esposizione al Museo dell’Auto di Torino

Dopo il “vernissage” presso OGR tech, Suzuki Misano verrà esposto presso il Museo dell’Automobile di Torino da sabato 15 maggio a domenica 6 giugno: tutte le informazioni sugli orari e le modalità di accesso sono consultabili presso il sito Web www.museoauto.com.

Ecco i nomi degli studenti

  • Stefano Bizzo (Italia);
  • Karan Chowdhury (India);
  • Michele Coen Pirani (Italia);
  • Shreyas Pratap Dalvi (India);
  • Chetan Rajkumar Dekate (India);
  • Emir Demircioglu (Turchia);
  • Thomas Daniel Faragalla (Francia);
  • Jonathan Farah (Libano);
  • Leonardo Ferraro (Italia);
  • Vigneshwar Ganesh (India);
  • Shachar Koren (Israele);
  • Alejandro Listerri Vicente (Spagna);
  • Bhavjyot Singh Mann (India);
  • Luca Milesi (Italia);
  • Sebastiano Miraka (Albania);
  • Rushabh Mistry (India);
  • Ram Kaushik Ragala (India);
  • Linda Ravella (Italia);
  • Aldo Rosario Russo (Italia);
  • Massimo Salpietro (Italia);
  • George Schelfaut (Belgio);
  • Shubham Sen (India);
  • Nicolò Vallauri (Italia);
  • Pratyush Sanjay Wasule (India).

Coordinamento del Master in Transportation Design: Michele Albera;

Coordinamento del progetto di tesi: James Hope.

Sponsor tecnici

  • Pirelli;
  • OZ Racing.

Realizzazione

  • Edag Italia;
  • Torino Crea;
  • Freeland.car;
  • Raitec.
Suzuki Misano IED Torino: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Suzuki Swace

Altri contenuti