Volvo conferma un nuovo motore 3 cilindri Drive-E

Volvo è al lavoro su un nuovo motore 3 cilindri turbo capace di garantire bassi consumi ed emissioni contenute.

Volvo è al lavoro su un nuovo motore 3 cilindri turbo capace di garantire bassi consumi ed emissioni contenute.

Volvo ha annunciato di essere al lavoro su nuovo motore tre cilindri turbo a benzina, una novità dal peso contenuto che si affiancherà ai quattro cilindri della famiglia Drive-E portati al debutto dal costruttore l’anno scorso. 

Il propulsore, progettato e realizzato completamente in Svezia da Volvo, andrà a soddisfare l’esigenza di avere in gamma un’unità compatta, capace di assicurare una buona potenza e un livello di consumi ed emissioni particolarmente contenuto. 

Peter Mertens, Vicepresidente Senior Ricerca & Sviluppo, ha presentato la novità sottolineando: “Il programma di sviluppo del nuovo motore a tre cilindri è molto avanti, tanto che abbiamo già cominciato a collaudare il prototipo dell’unità”. 

Il nuovo tre cilindri a benzina Drive-E sarà impiegato in abbinamento alla piattaforma CMA dalla quale dovrebbero derivare le future Volvo C30 e Volvo V40, ma lo stesso Mertens ha assicurato che il gruppo ha intenzione di sfruttarlo anche per le vetture della Serie 60

Le nuove tecnologie turbo contenute dal propulsore consentiranno alla casa svedese di rispondere alle stringenti normative Euro 7 per le emissioni inquinanti, il tutto senza comportare sostanziali difficoltà produttive, dato che la sua realizzazione avverrà sulle stesse linee di montaggio impiegate attualmente per le unità a quattro cilindri.

Volvo V40 2012 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

Riflettori puntati sull’imminente edizione aggiornata del SUV di fascia medio-alta: un nuovo infotainment ed ulteriori dotazioni di sicurezza fra gli elementi che compongono l’annunciato restyling del modello bestseller di Volvo.

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.