Ferrari: multa da 3,5 milioni di dollari negli USA

Il mancato report su potenziali difettosità delle vetture costa alla Ferrari una multa da 3,5 milioni di euro inflitta dalla NHTSA.

Il mancato report su potenziali difettosità delle vetture costa alla Ferrari una multa da 3,5 milioni di euro inflitta dalla NHTSA.

Le difficoltà della Ferrari in America non arrivano solo da Austin, dove le rosse di Alonso e Raikkonen hanno confermato ieri la loro inferiorità rispetto a Mercedes, Red Bull e Williams nell’attuale stagione di Formula 1, ma adesso si aggiunge anche il severo giudizio della NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration), l’ente governativo che si occupa di vigilare sulla sicurezza dei trasporti. 

Secondo le notizie che arrivano dagli USA, la Ferrari ha appena subito una pesante multa di 3,5 milioni di dollari dalla NHTSA per non aver fornito tutti i dati richiesti per compilare il report sulla sicurezza previsto dall’agenza americana. 

La Ferrari, che in passato era stata esclusa da questo obbligo in quanto rientrante nella categoria delle piccole aziende in ragione dei ridotti volumi di vendita, ha visto cambiare il proprio status nel 2011 con l’ingresso in Fiat Chrysler.  

Il passaggio ha portato a un cambio degli obblighi e ha evidentemente spiazzato i dirigenti di Maranello, che hanno omesso per 3 anni l’inserimento nel report dei dati riguardanti guasti, difetti e incidenti imputabili a problemi costruttivi delle vetture italiane. 

Le rigide regole dell’ente americano hanno portato quindi all’inevitabile maxi multa, esattamente sulla scia di quanto accaduto in passato a General Motors e Toyota, colpite a loro volta con il pugno duro per non aver agito tempestivamente dopo la scoperta di vari difetti nei propri veicoli.

Ferrari 296 GTB 2022: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?
News

Ferrari F8 by Novitec: 802 CV bastano?

La factory del Baden-Württemberg, ben conosciuta dai super-appassionati di modelli ad elevatissime prestazioni, aggiorna il proprio catalogo di elaborazioni dedicate alla “Ottovù” più potente di sempre.