Jeep Gladiator Top Dog Concept: dotazioni, accessori, offroad

Svelato “virtualmente” al SEMA360 il prototipo dedicato agli appassionati di mountain bike che porta in dote un ampio portfolio di accessori Jeep Performance Parts.

Un progetto “reale” presentato in forma virtuale. Si tratta di Jeep Gladiator Top Dog Concept, nuovo programma di elaborazione svelato in una modalità insolita quanto attualmente sempre più diffusa: l’edizione 2020 del SEMA di Las Vegas, annuale rassegna dedicata alle personalizzazioni, al tuning ed alle “customizzazioni” e che la scorsa estate era stata annullata a causa dell’emergenza sanitaria, si svolge fino al 6 novembre esclusivamente in un inedito format virtuale e sotto una nuova denominazione: “Sema360”.

Componenti dedicati

“Base di partenza” della concept è il pickup a doppia cabina Jeep Gladiator, ultima realizzazione in ordine di tempo (ha debuttato oltreoceano nel 2019 quale ulteriore sviluppo del pianale Wrangler JL a 5 porte) del marchio offroad di Fca. La realizzazione “Top Dog” consiste in una serie di accessori ad hoc (molti dei quali presenti nel catalogo Jeep Performance) utilizzati da Mopar, Divisione aftermarket di Fiat-Chrysler Automobiles. L’obiettivo consisteva nello sviluppare un veicolo dedicato agli appassionati di mountain bike. Ma andiamo con ordine.

Corpo vettura: ecco le modifiche

Verniciato in tinta Blu K-9, Jeep Gladiator Top Dog Concept spicca già ad una prima occhiata per la presenza di un modulo PCOR che, dietro la doppia cabina, prese il posto del “Cargo box” sul cassone.

C’è tutto quello che serve per i biker (e anche di più)

Nel dettaglio, il nuovo sistema di carico presenta, sul lato conducente, un frigorifero alimentato a batteria ed una macchina cuoci- hot dog elettrica; sulla fiancata opposta sono presenti alcuni cassetti estraibili, funzionali ai biker per riporvi in tutta sicurezza gli attrezzi ed i materiali utili ad accompagnarli durante le escursioni, oltre ad una serie di ripiani interni, interruttori per l’illuminazione esterna ed alimentatori elettrici a portata di mano.

Rampe da trazione, portapacchi supplementare, doppio portabici

Sopra l’abitacolo sono state collocate due strutture a rastrelliera che consentono di caricarvi ulteriori attrezzi ed accessori. Ciascun lato del veicolo dispone di faretti a doppia modalità, e sulle rastrelliere di carico viene fissato un set di rampe da trazione per il recupero del veicolo nonché un doppio portabici.

Dotazioni da fuoristrada estremo

Per la protezione della zona frontale, Jeep Gladiator Top Dog Concept viene provvista di un paraurti rinforzato Jeep Performance Parts Rubicon con griglia in acciaio da 2” (ispirata alla concept Jeep J6 che Mopar aveva esposto all’Easter Jeep Safari di aprile 2019) che qui si unisce ad un esclusivo verricello Rubicon Warn by Jeep Performance Parts con fune sintetica Spydura da 30,5 m di sviluppo ed in grado di “tirare” più di 3,6 tonnellate. Un secondo verricello Warn Jeep Performance Parts (al di sopra del quale si trova un cassetto estraibile contenente una scaletta pieghevole che facilita l’accesso al doppio portabici) è stato collocato nella parte posteriore del veicolo.

Per convogliare l’aria fredda nel vano motore quando le condizioni di marcia in fuoristrada diminuiscono, o rendono del tutto inefficace, la funzionalità delle normali prese d’aria, c’è uno snorkel Jeep Performance Parts. Il cofano viene impreziosito da serrature nere Mopar personalizzate con il logo Jeep Willys. Due luci supplementari Jeep Performance Parts a Led, da 5”, sono state installate alla base di montanti anteriori.

Due rock rail Jeep Performance Parts, personalizzati con elementi tubolari in acciaio da 2” di spessore che richiamano il disegno della griglia anteriore, provvedono alla protezione delle fiancate. A loro volta, le pedane laterali in nero si caratterizzano per la presenza di un monogramma “Gladiator” in rilievo.

Assetto: 50 mm in più

Già notevoli nella configurazione “standard” (43°6 l’angolo di attacco; 20°3 l’angolo di uscita), le peculiarità fuoristradistiche di Jeep Gladiator vengono anch’esse amplificate nell’impiego, a bordo di Jeep Gladiator Top Dog Concept, di un kit Jeep Performance Parts, con ammortizzatori Fox, che insieme a cerchi Jeep Performance Parts in alluminio da 17” predisposti per beadlock e pneumatici da fango BF Goodrich KM3 da 37” contribuisce ad aumentare di ben 50 mm l’altezza libera da terra del veicolo. La maggiore escursione dei gruppi sospensioni viene assecondata dal ricorso ad esclusivi passaruota in acciaio “high-top”.

L’abitacolo

All’interno, la colorazione in Blu K-9 della carrozzeria viene replicata per il quadro strumenti. Di seguito l’elenco delle modifiche adottate da Mopar.

  • Rivestimenti in pelle Katzkin con cuciture in blu per sedili, poggiabraccia, cuffia della leva del cambio, volante e leva del freno a mano
  • Copripedali Mopar in acciaio inox e gomma nera
  • Tappetini “Four Season”.

Meccatronica: c’è il poderoso PentaStar

Sotto il cofano, tutto come prima. La inedita concept Jeep Gladiator Top Dog Concept svelata al SEMA 2020 “virtuale” viene equipaggiata con il possente e collaudato 3.6 V6 PentaStar da 285 CV di potenza massima e 352 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico TorqueFlite ad otto rapporti.

Jeep Gladiator Top Dog Concept by Mopar: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Jeep: la gamma 4xe 2021

Altri contenuti