Salone di Detroit 2021: si svolgerà in autunno

Nuovo “cambio di stagione”, da fine primavera a inizio ottobre, per il NAIAS che punta sulla formula “Salone aperto” con eventi indoor e outdoor.

“Qualcosa si muove” fra i principali eventi dedicati alle novità automotive: tenuti “in freezer” nel 2020 a causa della pandemia da Covid-19 che ne ha causato la cancellazione, e “giocoforza” condizionato le Case costruttrici a dotarsi in maniera ancora più capillare degli strumenti multimediali (eventi e dirette streaming) per la presentazione delle rispettive “new entry” e dei vari progetti di sviluppo di gamma, alcuni dei grandi Saloni dell’auto sono dietro l’angolo.

Cancellato nel 2020, è pronto a tornare in forma

Uno su tutti, il NAIAS-North American International Auto Show, universalmente noto come Salone di Detroit: annullato nel 2020 (appunto, per via del Coronavirus), si prepara a tornare in auge nel 2021. A questo proposito, gli organizzatori della kermesse – che fino al 2019 si teneva a gennaio e tradizionalmente aveva per lungo tempo dato il “la” ad ogni annata automobilistica, e che proprio in previsione dell’edizione 2020 sarebbe dovuto svolgersi in una inedita collocazione di giugno per non “scontrarsi” con il CES di Las Vegas – hanno comunicato una nuova collocazione di data.

Ecco le nuove date

Nella fattispecie, il Salone di Detroit 2021 si terrà dal 24 settembre al 9 ottobre 2021, con l’”antipasto” Motor Bella dal 24 al 26 settembre, le giornate dedicate alla stampa il 28 e 29 settembre, quelle riservate agli operatori commerciali e della filiera industriale (29 e 30 settembre), una giornata aperta all’illustrazione di iniziative di beneficenza (“Charity Preview”) il 1 ottobre. Per il pubblico, i cancelli del NAIAS 2021 si apriranno il 2 ottobre e si chiuderanno il 9 ottobre del prossimo anno.

Si alterna con Los Angeles a sua volta spostato a fine maggio

Una collocazione che “cade” a peraltro poca distanza dall’IAA 2021, l’”ex” Salone di Francoforte che, “traslocato” a Monaco di Baviera, si svolgerà dal 7 al 12 settembre. Tuttavia, appare ben “alternarsi” con il nuovo posizionamento del Salone di Los Angeles: anche la principale rassegna automotive della West Coast, che si è sempre svolta nella seconda metà di novembre, è stata spostata: nel 2021 si terrà dal 21 al 31 maggio.

“Abbiamo intavolato un dialogo con molti dei nostri partner, soprattutto i rappresentanti delle Case costruttrici: tutti hanno mostrato pieno accordo in merito al nostro progetto di cambio di data”, osserva Rod Alberts, direttore esecutivo del NAIAS.

Il format “misto” e l’evoluzione del concetto di Salone

La nuova data di inizio autunno coincide con un accordo triennale sottoscritto dai promoter del Salone di Detroit con il top management del Tcf Center (ex Cobo Center). A far pendere l’ago della bilancia verso il “disco verde” all’”operazione Detroit 2021”, anche il nuovo riassetto espositivo della rassegna automotive, che – secondo un filone da tempo intrapreso da molti organizzatori – punta su un “format” misto, ovvero tanto “indoor” quanto all’aperto, in modo da promuovere anche in maniera visibile a quanto più pubblico possibile le novità di mercato, i progetti hi-tech dei “big player”, e – “last but not least” – i programmi di evoluzione in materia di mobilità sostenibile, sempre più “centrali” nell’assetto circolatorio di uno scenario collettivo che fa ormai parte del presente, più che del “futuro”.

Jeep al Salone di Detroit 2018 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti