Formula 1, presentato ufficialmente il Gp d’Italia

Nel weekend dal 4 al 6 settembre 2020 si svolgerà a Monza l’attesissima 91esima edizione del Gran Premio d’Italia di Formula 1. Ecco come sarà organizzato.

Gli organizzatori hanno presentato ufficialmente la 91esima edizione del Gran Premio d’Italia di Formula 1 che si svolgerà sul circuito di Monza durante il weekend del 4-6 settembre 2020. L’edizione 2020 del GP d’Italia viene annunciata come un’edizione all’insegna della solidarietà, inoltre sarà anche una tappa che simbolicamente rappresenterà una sorta di ripartenza verso una vita “normale”.

Un anno a dir poco difficile

In occasione della presentazione, il Presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, ha dichiarato: “È stato un anno a dir poco particolare e molto pesante, un anno in cui sono saltati tutti gli schemi e nel quale, per essere qui, sono servite tanta passione e fede – Damiano ha inoltre affermato che – Il GP d’Italia di quest’anno si svolgerà a porte chiuse, per prevenire possibili contagi di Covid-19, ma sulle tribune ci saranno 250 spettatori speciali: medici e infermieri – debitamente distanziati – che potranno assistere gratuitamente all’evento, simbolicamente premiati per il loro senso del dovere, coraggio e amore verso gli altri dimostrato combattendo in prima linea il virus. Si tratta del giusto tributo a chi ha dato tutto nella lotta al Covid-19.”

Parte l’iniziativa “Face for Fan”

Tra le novità di quest’anno spicca l’ormai nota iniziativa “Face for Fan” che permette ai tifosi di acquistare una sagoma del proprio viso a grandezza naturale che nel corso del weekend che si svolgerà a Monza sarà posizionata sulle tribune della pista. L’incasso di questa iniziativa verrà devoluto all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani, alla Fondazione dell’Ospedale Maggiore Policlinico e all’Associazione Brianza per il cuore Onlus.

In arrivo Coppa ACI e Italia?

Per quanto riguarda la parte sportiva, a Monza troveremo alcuni cambiamenti, tra cui l’abolizione delle cosiddette mappature “party mode” che vengono utilizzate in qualifica. Questa scelta dovrebbe portare maggiore equilibrio tra le prestazioni velocistiche delle varie vetture in gara. Quest’anno potrebbe inoltre essere istituita anche l’inedita “Coppa ACI e Italia”. Attualmente al vaglio degli organizzatori, questo premio dovrebbe essere assegnato al pilota che conquisterà più punti nelle tre gare italiane del Mondiale di Formula 1. Ricordiamo che dopo Monza, il Circus si sposterà al Mugello e successivamente a Imola, rispettivamente per disputare i GP di Toscana ed Emilia-Romagna.

Secondo le previsioni si stima che oltre 450milioni di persone sparse in tutto il globo guarderanno lo storico Gran Premio di Monza. Infine un’ultima curiosità: sulla griglia di partenza, prima che la bandiera a scacchi sventoli sulla pista, un coro di alpini si esibirà con una fanfara e subito dopo verrà cantato l’inno nazionale.

I Video di Motori.it

EuroNCAP Crash Test: Toyota Yaris 2020

Altri contenuti