Caterham CT05: ecco la monoposto 2014

La nuova monoposto inglese presenta un frontale squadrato.

La nuova monoposto inglese presenta un frontale squadrato.

Di certo non sarà la vettura designata per il mondiale, la Caterham CT05 che ha mosso i primi passi a Jerez, ma con il suo aspetto bizzarro ha senza dubbio calamitato l’attenzione degli addetti ai lavori. E possiamo dire con certezza che è senz’altro la monoposto più strana del lotto.

Tutto deriva, come sempre, dal frontale, che presenta l’ennesima soluzione ad effetto per interpretare nella maniera più favorevole possibile il regolamento. Nella CT05, il musetto presenta una porzione finale che sembra attaccata in maniera approssimativa alla parte principale alta e squadrata.

Anche l’alettone anteriore è decisamente netto nelle linee e questo crea un effetto ottico discutibile, ma ovviamente questo non conta, l’importante è che si comporti bene in pista… La sospensione anteriore, con schema pull rod è un altro particolare importante.

Nessuna novità di rilievo per le fiancate, grandi e dotate di prese d’aria di notevoli dimensioni per far respirare al meglio il V6 Renault. Anche il posteriore non presenta particolarità di sorta, è pulito nell’insieme, senza soluzioni ad effetto.

La speranza è che questa Caterham consenta al team di schierarsi più avanti nella griglia di partenza, e di lottare anche per la zona punti. Considerando che in questa stagione si riparte tutti da zero, sarà fondamentale puntare sull’affidabilità, soprattutto all’inizio, visto che in molti avranno problemi a superare la bandiera a scacchi.

Caterham CT05 Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

MIMO 2021: intervista a Andrea Levy

Altri contenuti
Suzuki: le novità al MIMO 2021
Auto Ibride

Suzuki: le novità al MIMO 2021

La presenza del marchio di Hamamatsu al Milano Monza Motor Show 2021 si incentra sulle proposte ad alimentazione ibrida e su moto (ci sarà anche Marco Lucchinelli) e Marine: spazio anche al motorsport con Swift Sport R1 ed alle concept con il prototipo Suzuki Misano dello IED.