Patente guida: in Italia aumentano gli automobilisti

In tutte le Regioni d’Italia si registra un aumento dei patentati che si traduce in un uso più inteso delle automobili sulle nostre strade.

L’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Coronavirus – secondo alcune previsioni – dovrebbe portare ad un sensibile aumento della mobilità alternativa (biciclette, monopattini elettrici, etc.), ma nel frattempo si sta registrando in Italia un aumento considerevole del numero dei nuovi patentati.

In Italia sempre più patenti

La notizia emerge da una ricerca portata avanti da Facile.it, il noto portale web che si occupa di comparare caratteristiche e costi delle varie compagnie assicurative italiane. Lo studio, che si basa sui dati diffuso dal Ministero dei Trasporti, afferma che i possessori di una licenza di guida erano 39,2 milioni al termine del 2019, ovvero in aumento di 437mila unità rispetto a due anni prima e di 3,9 milioni rispetto al 2010. I dati diffusi comprendono anche le patenti che si possono conseguire prima della maggiore età, come la AM dedicata alla guida dei ciclomotori da 50 cc e dei quadricicli leggeri, come ad esempio le minicar e i quad. Risolta inoltre conteggiato anche chi ha preso la patente A1 dedicata ai motocicli fino a 125 cc, le patenti A2 e A per le moto di grossa cilindrata e le licenze per gli autocarri.

Aumenta l’uso delle auto

A conti fatti, l’aumento del numero delle patenti di guida conferma il fenomeno relativo all’aumento dell’uso dei veicoli privati a motore, a discapito principalmente dei mezzi pubblici. Riassumendo, ben il 92% dei patentati italiani possiede infatti un patente di categoria B che risultano aumentate di 590mila unità nel periodo in questione (da 35,70 milioni nel 2017 a 36,29 milioni nel 2019).

I dati per Regione

Analizzando i dati suddivisi per Regione, scopriamo che l’aumento delle patenti guida è stato registrato in tutta la nostra penisola. L’unica eccezione è la Regione Molise che dal 2017 alla fine del 2019 ha registrato un calo dello 0,11%. Al contrario, la regione che ha segnato l’aumento più consistente è il Trentino-Alto Adige (+2,27%), seguito da Lombardia (+1,72%), mentre sul terzo gradino del podio – a pari punteggio troviamo l’Emilia-Romagna e la Campania (+1,64%).

 

I Video di Motori.it

Aci Rally Italia Talent: a Cuneo l’ultima selezione

Altri contenuti