Formula 1: il gran premio d’Olanda 2020 non si correrà

La cancellazione è dovuta alla volontà degli organizzatori di non far correre le monoposto senza pubblico

La Formula 1 perde un altro gran premio e il calendario 2020 si complica. A salutare la compagnia stavolta è la gara olandese che inizialmente era in programma il 3 maggio e che si sarebbe dovuta recuperare in estate. Anche in questo caso il corona virus è il responsabile della cancellazione della corsa, ma indirettamente, perché il motivo scatenante è la volontà degli organizzatori di non far correre le monoposto a porte chiuse in base alle restrizioni attualmente in vigore in Olanda.

Salta il gran premio di casa per Max Verstappen

Così, l’olandese più osannato del circus, Max Verstappen, che quest’anno è intenzionato a contendere il titolo ad Hamilton e Leclerc, non potrà avere i tifosi dalla sua parte nella gara di casa. Nello stesso tempo non si potrà riallacciare la tradizione con il circuito di Zandvoort che non ospita le monoposto di Formula 1 dal lontano 1985, quando si impose Niki Lauda con la McLaren motorizzata TAG-Porsche, seguito dall’allora compagno di squadra Alain Prost e da Ayrton Senna, al volante della Lotus-Renault, che tagliò il traguardo davanti a Michele Alboreto con la Ferrari. Per la cronaca, la pole position fu di un certo Nelson Piquet con la Brabham-BMW.

Per gli organizzatori meglio attendere il 2021

“Insieme alla Formula 1 abbiamo valutato l’ipotesi di organizzare la gara senza spettatori più avanti nell’anno, ma vorremmo celebrare questo momento, il ritorno della F1 a Zandvoort, insieme ai nostri fan olandesi, ha spiegato Jens Lammers, direttore sportivo del GP d’Olanda, chiediamo un po’ di pazienza. Ho aspettato questo momento per 35 anni, posso attendere un altro anno”.

I Video di Motori.it

FISG sceglie Suzuki per la stagione 2020/2021

Altri contenuti