Scuole guida: si riparte il 20 maggio con esami di teoria e pratica

La riapertura delle Scuole guida è stata fissata per il prossimo mercoledì e sarà legata a nuove e rigide norme di comportamento.

Il 18 maggio è iniziato un nuovo ciclo per la cosiddetta Fase 2 dedicata all’emergenza coronavirus che ha permesso la riapertura di numerose attività commerciali tra cui i bar e i ristoranti, mentre per la ripartenza delle scuole guida bisognerà attendere fino a mercoledì 20 maggio. Fra due giorni riprenderanno infatti sia sessioni di esami teorici e pratici per conseguire la patente di guida che le relative lezioni. La ripresa delle attività sarà limitata in un primo momento esclusivamente alle patenti A e B, inoltre saranno in vigore nuove e rigide regole stilate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per garantire la sicurezza e la salute dei clienti e degli addetti ai lavori.

Esami di teoria

Per quanto riguarda come gli esami di teoria che si svolgeranno nei locali della Motorizzazione, il Ministero dei Trasporti ha imposto le seguenti regole per arginare eventuali contagi:

  • Igienizzazione delle aule tra ciascun turno d’esame e l’altro
  • Limitare il riempimento delle aule per rispettare il distanziamento sociale
  • Istallare, dove possibile, schermi parafiato in plexiglass su tre lati delle postazioni d’esame;
  • Differenziare ingresso ed uscita dall’aula e dall’edificio
  • Favorire il raggruppamento in una sola aula e in un unico turno i candidati provenienti dalla medesima autoscuola
  • Comunicare l’esito dell’esame esclusivamente per via telematica

Esami di pratica

Anche per gli esami di pratica bisognerà seguire nuove regole di comportamento che hanno sempre come obiettivo quello di evitare il contagio tra i presenti. Tra queste troviamo:

  • Effettuare l’identificazione dei candidati in aree all’aperto
  • Rispetto del distanziamento sociale.
  • Tutti i presenti saranno dovranno essere dotati di mascherina e guanti
  • Evitare inutili assembramenti
  • Misurazione della temperatura corporea facoltativa

Ricordiamo infine che lo svolgimento dell’esame per la patente B diventerà in parte simile a quello per la patente A, mentre quest’ultimo non sarà oggetto di cambiamenti. Nel veicolo salirà esclusivamente l’esaminando, mentre l’istruttore e l’esaminatore rimarranno all’esterno, inoltre la prova si svolgerà all’interno di un’aerea attrezzata e recintata. La prova in strada prevede invece la presenza di candidato, istruttore ed esaminatore all’interno della macchina e tutti e tre dovranno indossare guanti, mascherina monouso e occhiali protettivi o visiera. La durata dell’esame sarà al massimo di 25 minuti.

I Video di Motori.it

Aci Rally Italia Talent: a Cuneo l’ultima selezione

Altri contenuti