Bugatti Divo: le personalizzazioni più strane scelte dai clienti

Grazie ad una scelta praticamente infinita di personalizzazioni ogni esemplare della Divo è unico al mondo.

Presentata ufficialmente sotto i riflettori del Salone di Parigi 2018, la Bugatti Divo si appresta a fare felice i 40 fortunati e facoltosi clienti che hanno avuto la fortuna di prenotarla, staccando un assegno astronomico di ben 5 milioni di euro. Circa 2/3 di questi 40 esemplari saranno caratterizzati da personalizzazioni esclusive che li renderanno unici nel proprio genere. A dimostrazione di ciò, la Casa di Molsheim ha deciso di condividere in rete alcune delle più stravaganti e particolari configurazioni richieste, frutto di un livello di personalizzazione pressocché illimitato.

Ogni esemplare è unico al mondo

Come accennato in precedenza, ogni unità della Divo uscita dalle linee di montaggio può essere considerato un esemplare unico al mondo. Bugatti permette infatti alla clientela di scegliere qualsiasi tipo di accostamento cromatico e ogni tipo di grafiche dedicate alla carrozzeria, così come la possibilità di realizzare un abitacolo letteralmente su misura, optando tra i tantissimi colori, tipi di materiali ed accessori disponibili in catalogo.

Un team di esperti per personalizzare la vettura

Nel 2018, i clienti erano stati invitati a visitare la sede della Casa francese per incontrare un team di esperti a cui esporre idee e desideri per la personalizzazione di ogni dettaglio della loro vettura. Dopo questo primo incontro, la clientela è stata aggiornata ogni due settimane sull’avanzamento del progetto e sui passi avanti fatti fino a quel momento.

Le richieste più assurde

Tra le varie richieste molte erano decisamente eccentriche e fuori dal comune: chi si è fatto stampare l’impronta della mano del figlio sul pannello posteriore, un altro collezionista ha deciso di tempestare di cristalli gli interni, inoltre non sono mancate richieste di livree esterne fatte su misura e caratterizzate da colori insoliti e sgargianti.

Hypercar da 1500 CV

Dal punto di vista meccanico, la Divo eredita la sofisticata meccanica della Chiron che si distingue per l’uso di un propulsore W16 quadri-turbo in grado di sviluppare sulla trazione integrale ben 1.500 CV. Grazie ad un peso ridotto e forte di una maggiore downforce rispetto alla vettura da cui deriva, la Divo è in grado di sviluppare 1,6 g di accelerazione laterale, mentre la velocità massima è stata autolimitata a 380 km/h.

Bugatti Divo, le personalizzazioni più strane: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

FISG sceglie Suzuki per la stagione 2020/2021

Altri contenuti