Motor Valley Fest Digital: il Salone diventa virtuale

“Distanti ma vicini”: il leit-motiv dell’emergenza da Covid-19 si concretizza nella prima grande rassegna italiana, che dà appuntamento sul Web.

“Innovazione” significa anche adeguarsi al mutare degli scenari economici, industriali e sociali. Se l’emergenza da Coronavirus ha di fatto comportato, dall’inizio dello scorso marzo, una chiusura pressoché totale dell’intero Paese, è chiaro che la ripartenza (la cui “Fase 2” che prenderà il via lunedì 4 maggio è stata illustrata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte e viene contenuta in una bozza di decreto legge che ne fissa il cronoprogramma) dovrà tenere conto delle esigenze di autoprotezione, in ordine al massimo contenimento della diffusione del virus per evitare eventuali nuovi focolai. Numerosi eventi internazionali sono stati cancellati o, quantomeno, rinviati ai prossimi mesi. C’è tuttavia chi, affidandosi agli strumenti multimediali, conferma il proprio appuntamento con il pubblico. Trasformandosi, appunto, da rassegna “a porte aperte” a iniziativa online.

È il caso di “Motor Valley Fest”: la seconda edizione della kermesse emiliana che dal “cuore” della Terra dei Motori punta i propri riflettori sulle realtà – industriali, artigianali e dei servizi – correlate al comparto automotive, rinnova e innova. Si “rinnova” al grande pubblico in quanto le date di svolgimento sono state fissate: da giovedì 14 a domenica 17 maggio; e “innova” in riferimento alle modalità di partecipazione del pubblico agli eventi della rassegna. Proprio per dimostrare un primo passo verso la futura normalità del Paese, trattandosi di fatto del primo evento a tema automotive in Italia dopo la drammatica emergenza da Covid-19, Motor Valley Fest 2020 aggiunge al proprio nome il suffisso “Digital”, e si propone ugualmente agli appassionati. Il programma delle iniziative in cartellone è ovviamente stato “riveduto e corretto” in funzione del nuovo format digitale, oltre che in rapporto alle priorità che la filiera automotive si trova a dover affrontare in un’ottica a breve-medio termine: molte delle cui “voci”, soltanto all’inizio di quest’anno non erano contemplate.

Per seguire il convegno inaugurale e le round table in streaming è possibile registrarsi direttamente al seguente link: motorvalley.it/event/motor-valley-fest-opening-session/

Per le aziende interessate ad essere mentor per le presentazioni delle start-up, iscrizioni al seguente link: motorvalley.it/motorvalleyfest/innovation-talents/

Evoluzione dello scenario automotive: se ne parlerà in apertura

I lavori della “tre giorni” Motor Valley Fest Digital 2020 si apriranno, giovedì 14 maggio con inizio alle 9,30, in un convegno che si incentrerà sull’asset del comparto dell’auto sportiva e della relativa filiera. La prima “round table” prenderà spunto da un’analisi, a cura della società di consulenza McKinsey che verrà rappresentata dal senior partner Gianluca Camplone, e si avvarrà della testimonianza di Markus Heyn, membro del Board of Management di Robert Bosch GmbH e Christian Richter, director Global Automotive Google, che approfondiranno tematiche legate al futuro della mobilità, della guida autonoma e della digitalizzazione.

Grandi nomi

Particolarmente ricco è il parterre degli ospiti attesi alla open session di Motor Valley Fest Digital 2020: Louis Camilleri (amministratore delegato di Ferrari), Stefano Domenicali (presidente ed amministratore delegato di Automobili Lamborghini), Claudio Domenicali (CEO di Ducati Motor Holding SpA), Horacio Pagani (fondatore e chief designer di Pagani Automobili), Harald Wester (presidente esecutivo di Maserati) ed Andrea Pontremoli (amministratore delegato e General manager di Dallara SpA).

Gli incontri digitali

Di seguito il programma delle tavole rotonde di giovedì 14 maggio, con inizio alle 13, incentrate sull’evoluzione del comparto automotive.

  • La filiera dell’auto italiana”, con interventi di Stefano Domenicali (Lamborghini), Angelo Sticchi Damiani (presidente Automobile Club d’Italia), Paolo Scudieri (presidente Anfia)
  • L’elettrico, shared mobility e digitalizzazione dei servizi”, con Livia Cevolini (amministratore delegato di Energica), Harald Wester (Maserati), Paolo Meneghini (presidente di A2A Energy Solution) e Remo Taricani (co-amministratore delegato di Commercial Banking Italy Unicredit)
  • Digitalizzazione”, con Marco Gay (presidente di Anitec Assinform), Andrea Pontremoli (Dallara) e Teodoro Lio (managing director della Divisione Automotive and Mobility Lead di Europe Accenture)
  • Design”, con Horacio Pagani ed il designer Walter De Silva
  • Racing”, con Roberto Dalla (managing director della Divisione Media & Technology Center Formula 1), Maurizio Crispino (docente di Costruzione di Strade, Ferrovie ed Aeroporti al Politecnico di Milano), Mattia Binotto (Ferrari) e Claudio Domenicali (amministratore delegato di Ducati Motor Holding SpA).

Attenzione ai giovani talenti

Parallelamente ai convegni con alcuni dei grandi nomi del settore dell’auto, la nuova “edizione digital” di Motor Valley Fest punta i propri riflettori anche sui giovani talenti, sulla didattica e sull’innovazione (fra gli aspetti essenziali per lo sviluppo della filiera): è il format “Innovation & Talents”, sezione che testimonia come l’importanza delle rassegne internazionali a tema per gli startupper venga confermata, dati alla mano, dai 3.000 addetti ai lavori e 600 studenti che nella prima edizione avevano preso parte ai “Talent Talks” organizzati per mettere in contatti le aziende ed i giovani. Più di 40 realtà appartenenti al mondo universitario, oltre 30 start-up e 15 aziende saranno presenti all’appuntamento, fissato per il 14 ed il 15 maggio. Due tra queste che avranno presentato i progetti più innovativi potranno accedere alla piattaforma di business di UniCredit Start Lab, ideata per le esigenze imprenditoriali dei giovani innovatori. Questi ultimi potranno, attraverso una formula di partecipazione gratuita, interagire con potenziali investitori e, soprattutto, entrare in contatto con importanti aziende del comparto automotive.

Accademia e imprese a confronto per il futuro hi-tech

L’innovazione tecnologica e la collaborazione fra mondo accademico e le imprese si concretizzerà, a Motor Valley Fest Digital 2020, in un evento a cura di MASA-Modena Automotive Smart Area con il supporto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione. Nel dettaglio, la “Giornata MASA” a sua volta coordinata da UniMoRe (Università di Modena e Reggio Emilia) si articolerà su un’alternanza fra varie sessioni a tema:

  • Sperimentazione di tecnologie per la guida assistita e la guida autonoma
  • Connettività V2X
  • Cyber security
  • Sessioni dimostrative virtuali che vedranno la partecipazione, fra gli altri, del Politecnico di Politecnico di Torino, University of Chalmers, Business Sweden, SMA Smart Mobility Agency, Volvo, Comune di Modena, e di alcune delle più importanti realtà italiane ed europee impegnate nella sperimentazione delle più avanzate tecnologie di smart mobility.

Nuove frontiere della meccatronica nel settore Veicoli Industriali

A Motor Valley Fest Digital 2020, Unrae (Unione nazionale Rappresentanti autoveicoli esteri) sezione Veicoli industriali ed Autopromotec (una delle principali fiere internazionali dedicate all’aftermarket automotive ed alle attrezzature), insieme al programma di formazione scuola-lavoro GM-Edu, organizza per venerdì 15 maggio alle 10,30 un incontro virtuale con gli studenti delle scuole superiori e delle Università di tutta Italia. Il meeting, nell’ambito dell’evento “#Meccatronicocercasi. L’innovazione corre su strada nel settore dei veicoli industriali”, punterà i riflettori sull’evoluzione in atto nei settori della costruzione, della distribuzione e dell’assistenza Veicoli industriali e le opportunità di formazione e lavoro offerte dal comparto.

I Video di Motori.it

Aci Rally Italia Talent: a Cuneo l’ultima selezione

Altri contenuti