Android Auto wireless: la connettività senza fili debutta in Italia

Sui telefoni Android italiani arriva la connettività wireless dedicata alle auto compatibili che supportano Android Auto.

La connettività per smartphone proposta su quasi tutte le auto più moderne che permette di visualizzare le app e le varie funzioni del proprio telefono sul display dell’infotainment della vettura è una funzione considerata ormai quasi indispensabile dagli automobilisti. Ora, tutti gli utenti che utilizzano uno smartphone Android con firmware italiano potranno contare su una nuova e utilissima novità, ovvero quella di sfruttare le potenzialità di Android Auto del sistema di infotainment della vettura in maniera wireless, cioè senza bisogno di collegare il telefono tramite cavo.

Come utilizzare la nuova funzione

Per sfruttale questa nuova funzione, il sistema multimediale della vettura deve comunque essere compatibile, così come lo smartphone utilizzato, inoltre su quest’ultimo bisogna scaricare un aggiornamento gratuito tramite il Play Store di Google.

Le potenzialità di Android Auto

Come accennato in precedenza, Android Auto permette di visualizzare le varie app del proprio telefono sullo schermo dell’infotainment della vettura. In questo modo è possibile sfruttare in tutta sicurezza, evitando possibili distrazioni alla guida, applicazione dedicate alla navigazione auto come come Google Maps, oppure quelle per la messaggistica istantanea (WhatsApp) o ancora quelle dedicate allo streaming audio e video (Spotify, Youtube, etc.). Le varie funzioni ed applicazioni possono inoltre essere attivate e gestite utilizzando i comandi vocali dedicato all’assistente virtuale di Google che può essere attivato con l’ormai celebre frase “ok Google”.

Connettività 2.0

L’arrivo di Android Auto wireless aumenta di molto la praticità d’utilizzo della connettività per smartphone, che risulta ulteriormente ottimizzata delle pratiche basi di ricarica senza fili per gli smartphone, sempre più diffuse sulle vetture di nuova generazione.

I Video di Motori.it

FISG sceglie Suzuki per la stagione 2020/2021

Altri contenuti