Coronavirus, Bosch sviluppa il test di diagnosi rapida

Il cosso tedesco ha brevettato uno speciale dispositivo di test rapido che permette di effettuare una diagnosi per il Coronavirus in sole 2,5 ore.

Bosch, colosso tedesco dell’elettronica specializzato nel settore automotive, ha annunciato di aver brevettato un nuovo test rapido dedicato alla diagnostica del Coronavirus. Battezzato Bosch Vivalytic, questo rivoluzionario dispositivo permette di effettuare una diagnosi per il Covid-19 in un tempo di appena 2,5 ore, con un tasso di attendibilità che raggiunge il 95%.

Il nuovo test di diagnosi rapida soddisfa a pieno i requisiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) permettendo di rilevare altre nove malattie respiratorie (comprese l’influenza A e l’influenza B), inoltre permette di eseguire fino a 10 test in un solo giorno. Ricordiamo che con i test tradizionali si devono attendere circa due giorni per ottenere i risultati, di conseguenza Bosch Vivalytic permette di enorme risparmio di tempo che in questa emergenza sanitaria può risultare fondamentale. Il dispositivo inizierà ad essere utilizzato in Germania a partire dal mese di aprile per poi arrivare negli altri Paesi europei e del mondo.

Il sistema di diagnosi rapida è stato sviluppato in un tempo di appena 6 settimane, inoltre le sue caratteristiche permettono al dispositivo di essere utilizzato anche nei luoghi di ricovero. Il suo funzionamento si basa sull’uso di un tampone nasale o boccale effettuato al paziente e successivamente inserito in una specifica cartuccia apposita insieme a vari reagenti per poi essere analizzata dal Vivalytic. Un altro vantaggio di questo dispositivo sta nel fatto che permette di eliminare la necessità di trasportare i campioni nei laboratori di analisi, inoltre la facilità del suo utilizzo evita la necessità di specifiche formazioni per il personale medico.

Bosch Vivalytic: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti