Mercedes: Daimler diventerà cinese?

Secondo il People’s Daily, il fondo China Investment Corporation starebbe valutando l’acquisizione di una quota di Daimler tra il 4 e il 10%.

Secondo il People’s Daily, il fondo China Investment Corporation starebbe valutando l’acquisizione di una quota di Daimler tra il 4 e il 10%.

Il primo a dar credito alle voci secondo cui il fondo sovrano China investment corporation (Cic) starebbe valutando l’acquisizione di una quota della Daimler è stato il People’s Daily, il quotidiano ufficiale del Partito comunista cinese, che ha pubblicato la notizia dando il via a ipotesi e supposizioni. Si tratterebbe, secondo l’articolo, di una quotazione tra il 4 e il 10% del capitale dell’azienda tedesca che controlla tra l’altro il marchio Mercedes-Benz, per un prezzo tra gli 1,8 e i 4,5 miliardi di euro.

Le parti in causa non hanno confermato ma neppure smentito: un portavoce di Daimler ha dichiarato che la casa accoglie con un benvenuto ogni investitore mentre l’ad Dieter Zetsche ha da poco sottolineato in un’intervista come la società vedrebbe con favore l’eventuale ingresso nel capitale di azionisti a lungo termine anche di provenienza cinese.

Dopo l’uscita dal fondo della società mediorientale Aabar, l’ingresso della Cic tra gli azionisti potrebbe superare nella compagine il principale socio attuale, l’Emirato del Kuwait, che controlla il 7,6% del capitale. Sulla scia delle voci, il titolo del marchio di Stoccarda prosegue la salita alla Borsa di Francoforte, guadagnando l’1,14% e raggiungendo la quota di 43,12 euro

Mercedes Classe E 2013: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.