Aston Martin in vendita: diventerà italiana?

L’ex proprietario della Ducati punta ad acquistare il 50% di Aston Martin. Anche Mahindra interessata all’acquisto.

L’ex proprietario della Ducati punta ad acquistare il 50% di Aston Martin. Anche Mahindra interessata all’acquisto.

Il 50% di Aston Martin potrebbe entrare in possesso del fondo Investindustrial della famiglia Bonomi. Dopo aver venduto Ducati a Volkswagen, Investindustrial ha presentato un’offerta di circa 310 milioni di euro al fondo kuwaitiano Dar proprietario del marchio inglese per l’acquisto del 50% di Aston Martin.

La trattativa per la vendita di Aston Martin al fondo Investindustrial ha segnato però una battuta di arresto a causa dell’offerta arrivata dal gruppo indiano Mahindra. Il costruttore indiano specializzato nella produzione di veicoli commerciali, pickup e SUV avrebbe fatto un’offerta superiore rispetto a quella del fondo italiano. Mahindra con la proposta di acquisto ad Aston Martin punta ad entrare nel segmento premium seguendo l’esempio della rivale indiana Tata, proprietaria dei marchi inglesi Land Rover e Jaguar.

Nonostante lo svantaggio economico Investindustrial sembra avere maggiori possibilità di entrare in possesso del 40% del capitale di Aston Martin e del 50% dei diritti di voto grazie all’annunciata partnership con Mercedes. Il marchio tedesco  assicurerebbe la fornitura di tecnologia, motorizzazioni e cambi, garantendo così un livello costruttivo all’altezza dei concorrenti di Aston Martin.

Aston Martin Vanquish 2013 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.