Formula E: le monoposto elettriche sono già 42!

Sono costruite dalla Spark Racing Technology che ha un accordo con McLaren Electronic Systems.

Sono costruite dalla Spark Racing Technology che ha un accordo con McLaren Electronic Systems.

Un campionato riservato alle monoposto alimentate da propulsori elettrici? No, non è fantasia, ma una realtà che si sta concretizzando giorno per giorno e che adesso, tramite l’acquisto da parte della Formula E Holdings Ltd. di 42 vetture dalla Spark Racing Technology sta prendendo forma in tutti i suoi aspetti.

Le monoposto, costruite con l’ausilio di McLaren Electronic Systems, saranno 4 per squadra e ci saranno 10 team partecipanti, le altre due vetture che avanzano verranno utilizzate una per le prove e l’altra per i crash test. Quindi si fa sul serio, ma non è tutto, chiunque intendesse costruire la propria vettura in base al regolamento FIA che sta per essere diramato, potrà farlo. Di conseguenza le auto non utilizzate per le competizioni verranno sfruttate nei roadshow promozionali.

Le gare avverranno in 10 circuiti urbani, anche se non sono state comunicate le location effettive, ma pare che ci siano molte richieste per ospitare questo genere di gare ecologiche e decisamente innovative. L’unica cosa certa è che dal 2014 il mondo delle competizioni su 4 ruote subirà una rivoluzione. O meglio, parlando di vetture elettriche… una scossa!

La Formula E sarà il banco di prova dei propulsori elettrici ad alte prestazioni, il campo di sviluppo delle nuove tecnologie applicate all’auto e costituirà un ulteriore incentivo alla diffusione ed all’evoluzione delle auto elettriche ad oggi ancora poco competitive sul mercato per via dei costi, dell’autonomia limitata e della scarsa diffusione di colonnine di ricarica rapida.

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.