Leasing auto tedesco: la pacchia è finita

Operazione della Guardia di Finanza in Alto Adige contro chi abusa dei leasing auto con targa tedesca: 120 auto di grossa cilindrata sequestrate.

Operazione della Guardia di Finanza in Alto Adige contro chi abusa dei leasing auto con targa tedesca: 120 auto di grossa cilindrata sequestrate.

Molto diffuso negli ultimi tempi, il leasing tedesco è stato spesso sinonimo di evasione fiscale facile e senza rischi. Ma da oggi i leasing auto con targa tedesca hanno i giorni contati. La Guardia di Finanza di Bolzano ha scoperto una truffa ai danni dello Stato per almeno 6,7 milioni di euro a causa della mancata Iva versata su vetture immatricolate in Germania ma utilizzate da automobilisti italiani.

Grazie a società con sede in Germania ma operante esclusivamente in Italia si potevano acquistare in leasing auto con targa tedesca. Tramite questo semplice ma efficace escamotage gli automobilisti non erano costretti a pagare superbollo, eventuali contravvenzioni e sfuggivano agli accertamenti del redditometro.

Il controllo della Guardia di Finanza ha portato il sequestro di 120 vetture di grossa cilindrata come Mercedes, Ferrari e Porsche, la scoperta di un giro di affari non dichiarato di 34 milioni di euro e la confisca di beni per un valore di 4 milioni di euro ai danni dell’indagato.

Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.