Rally Val d’Orcia, definito il recupero

Si ritorna alla collocazione di inizio stagione

Il Rally Val d’Orcia numero dieci si farà, anche se nel 2019. La Radicofani Motorsport è riuscita infatti a trovare una data per recuperare la tradizionale gara sterrata in programma sulle strade di Radicofani e San Casciano dei Bagni, in programma lo scorso mese di Ottobre ma poi cancellata per problemi logistici. L’evento toscano tornerà a collocarsi in una data di inizio stagione, per la precisione dall’8 al 10 Febbraio 2019. Già fino al 2013 la corsa senese, allora in formato “Ronde” con l’unica prova speciale collocata sullo sterrato della “Novella”, si disputava a cavallo tra Gennaio e Febbraio. Questo spostamento potrebbe consentire un maggiore afflusso di vetture, molti equipaggi potrebbero approfittare del Val d’Orcia per collaudare i mezzi in vista della stagione 2019. Naturalmente rimane confermata la validità per la serie Raceday Terra 2018/2019; l’evento senese torna dopo alcuni anni gara spartiacque del campionato, precedendo di poche settimane il Rally Valtiberina Città di Arezzo. Tra l’altro anche quest’ultima corsa approderà in parte in provincia di Siena con una prova speciale collocata nei dintorni della cittadina di Asciano, un tempo teatro di alcune combattute PS del Sanremo “sterrato”.

N.M.B.

Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.