Suzuki Jimny: le emissioni di CO2 fermano il piccolo fuoristrada

Per evitare di pagare una multa molto salata, la Casa di Hamamatsu limiterà la vendita della Jimny fino al 2021.

La strategia di elettrificazione di Suzuki permtte alla Casa di Hamamatsu di rientrare nei nuovi limiti di emissioni nocive di CO2 imposti dall’Unione Europea. Proprio a causa dei nuovi limiti dell’Europa che avrebbero potuto portare una multa molto salata da pagare, la Casa nipponica ha deciso di elettrizzare tutta la propria gamma, ovvero i modelli Vitara, S-Cross, Swift e Baleno.

Un sacrificio in nome delle emissioni

Purtroppo questa situazione ha portato ad un sacrificio, molto importante, ma per fortuna parliamo di una “rinuncia” a tempo determinato. Stiamo parlando della decisione di sospendere le vendite del nuovo Jimny, vettura molto apprezzata dal mercato, ma a il suo motore 1.5 aspirata con emissioni di CO2 dichiarate da 178 g/km non rientra nei limiti medi – pari a 95g/km – che ogni casa deve rispettare, pena una multa di un euro per grammo per ogni auto venduta.

Arrivederci al 2021

Per non incorrere nel pericolo di pagare una sanzione pecunaria decisamente troppo pesate per la Casa giapponese, nel corso di quest’anno saranno vendute solo 2.000 unità della Jimny. Per fortuna, la soluzione a questo annoso problema arriverà nel 2021, quando probabilmente arriverà una nuova versione ibrida da 48 volt.

Suzuki Jimny 2019: nuove immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Suzuki: un video per celebrare il centenario

Altri contenuti