Prezzo benzina: aumenti accise per l’emergenza terremoto

Il Consiglio dei Ministri ha varato l’aumento di 2 centesimi sulle accise dei carburanti per finanziare gli aiuti post-terremoto in Emilia Romagna

Il Consiglio dei Ministri ha varato l’aumento di 2 centesimi sulle accise dei carburanti per finanziare gli aiuti post-terremoto in Emilia Romagna

Tra i vari provvedimenti presi dal Governo per far fronte all’emergenza terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna – come la deroga del Patto di stabilità per i Comuni più colpiti con rinvio a settembre dei versamenti fiscali e contributivi – spicca il “quasi automatico” aumento delle accise sui carburanti.

Dopo le prime scosse del 20 maggio questo provvedimento non era stato preso in considerazione, ma dopo il nuovo terremoto registrato il 29 maggio il Consiglio dei Ministri ha varato l’aumento per far fronte alla nuova emergenza.

Tale aumento sulle accise, come prevede la legge sulla Protezione Civile, è stato stabilito in 2 centesimi al litro. “Invito tutti i cittadini ad avere fiducia – ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Monti – l’impegno dello Stato sarà garantito perché si possa tornare alla normalità nel modo migliore ed efficacie. Sono certo che supereremo questo momento”.

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.