FCA: venduta per 210 milioni una parte della Teksid

Il colosso italo-americano ha ceduto un ramo della Telksid specializzato nella vendita di componenti per auto in ghisa.

All’indomani dell’accordo vincolante siglato con Psa per la fusione tra i due gruppi, Fiat Chrysler Automobiles ha effettuato una nuova cessione nel settore della componentistica. Il Gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha infatti concluso la vendita del ramo della controllata Teksid che si occupa della vendita di componenti automobilistici in ghisa. Questo nuovo accordo segue quello dello scorso maggio, relativo alla cessione di Magneti Marelli da parte di FCA alla Calsonic Kansei.

Le attività dedicate alla lavorazione dei componenti in ghisa sono state cedute all’azienda brasiliana Tupy per un costp di 210 milioni di euro. Il ramo in questione della Teksid si occupa nello specifico “dello sviluppo e della produzione di parti strutturali ad alto contenuto ingegneristico per numerose applicazioni in beni strumentali a servizio di industrie diverse.”

Per merito di questa cessione, la Tupy acquisisce il controllo di alcuni stabilimenti della Teksid che si trovano in Brasile, Messico, Polonia e Portogallo, a cui si aggiunge la partecipazione in una joint venture con una società cinese. In una nota ufficiale FCA ha dichiarato che nella vendita non rientra il business dell’alluminio, sottolineando nel comunicato che “continuerà ad essere un asset strategico nel portafoglio di FCA”.

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti