Swedish Automobile torna a chiamarsi Spyker

La denominazione Swedish Automobile, coniata dopo l’acquisizione di Saab da parte della Spyker, viene ufficialmente abbandonata.

La denominazione Swedish Automobile, coniata dopo l’acquisizione di Saab da parte della Spyker, viene ufficialmente abbandonata.

La Swedish Automobile abbandona l’attuale denominazione per ritornare al vecchio nome Spyker, quello originario della Casa sportiva olandese che nel febbraio 2010 aveva rilevato il Costruttore Saab da General Motors.

Per il momento non sono state rilasciate ulteriori spiegazioni in merito a questa decisione, che è strettamente legata al fallimento della controllata Saab.

Solo poche ore fa abbiamo parlato della difficile situazione della Saab, il cui destino verrà deciso entro la prossima estete da due amministratori fallimentari nominati dal tribunale di Goteborg.

La Casa svedese infatti, dopo numerose difficoltà finanziare, ha dichiarato un’istanza di fallimento lo scorso dicembre, mentre tutt’ora risultano ancora in corso le procedure da parte dei curatori fallimentari riguardanti il ripianamento dei debiti e la ricerca di un nuovo acquirente per la Casa di Trollhättan.

Spyker C8 Laviolette LM85 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.