F1: Lotus ritira la sponsorizzazione

Le monoposto di Raikkonen e Grosjean potrebbero cambiare livrea durante la stagione 2012.

Le monoposto di Raikkonen e Grosjean potrebbero cambiare livrea durante la stagione 2012.

La crisi non risparmia nessuno, persino un marchio dal fascino indiscusso come Lotus. Un tempo osannato nelle competizioni, adesso in difficoltà nelle vendite delle sue sportive stradali, nonostante le buone qualità. Ora che il governo malese ha ceduto questo prestigioso brand al Gruppo DRB-Hicom è cominciata una fase di austerity che passa attraverso una diversa redistribuzione dei fondi.

Quindi niente sponsorizzazione per il team Lotus-Renault, troppo onerosa, e fine anticipata della collaborazione agonistica con la squadra di proprietà della società finanziaria Genii Capital. Un brutto colpo per tutti i componenti del team che quest’anno ha realizzato una monoposto concreta e ingaggiato un pilota d’indubbio talento.

«L’accordo di sponsorizzazione e gli obblighi della Lotus nei nostri confronti, relativi all’opzione di acquisto sono terminati – spiega Gerald Lopez, responsabile della Genii Capitali – siamo felici di mantenere il nome Lotus, quest’anno abbiamo firmato importanti contratti di sponsorizzazione con marchi prestigiosi come Unilever e Microsoft anche per via di questo marchio».

Sotto ad altri pretendenti quindi, per questa sfortunata squadra di F1, che adesso non avrà più tutte le risorse per continuare a sviluppare nel modo migliore la sua monoposto. Ma non è detta l’ultima parola, perché in F1 i cambiamenti arrivano in fretta, e presto potremmo ritrovarci a vedere le Lotus-Renault con livree diverse e nomi differenti.

Lotus E20 F1 Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.