Auto e politici: spopolano le tedesche

I dati sulle dichiarazioni dei redditi 2011 rivelano le tendenze e i gusti dei politici italiani in fatto di auto, con una tendenza verso le tedesche.

I dati sulle dichiarazioni dei redditi 2011 rivelano le tendenze e i gusti dei politici italiani in fatto di auto, con una tendenza verso le tedesche.

Vanno alle auto tedesche le preferenze dei politici italiani quando si tratta di quattro ruote, mentre c’è un generale scarso apprezzamento per i prodotti italiani. A confermare tale tendenza sono i dati relativi alle dichiarazioni dei redditi 2011 dei parlamentari, dai quali, oltre al patrimonio, si evince il gusto dei politici italiani in fatto di automobili.

A “spopolare” sono infatti le tedesche Audi, Bmw e Mercedes, che insieme a Porsche si confermano i marchi preferiti. Il deputato del Pdl Giuseppe Vegas, ad esempio, ha scelto una vettura di Monaco per sostituire la sua precedente Porsche Boxster, mentre il compagno di partito Giorgio Holzmann ha dichiarato di aver comprato proprio un modello di Zuffenhausen negli ultimi mesi.

Hanno scelto straniero anche Alessio Bonciani dell’Udc, il quale ha preferito una Mini Cooper per i suoi spostamenti privati, Giulio Calvisi del Pd, che da qualche mese viaggia su una Volkswagen Touran, e Federico Testa, sempre del Pd, che si è lasciato conquistare dal fascino teutonico di una Bmw 320 Touring.

I marchi italiani rimangono quindi in secondo piano, sebbene anche loro abbiano diversi estimatori tra gli inquilini di Montecitorio e nonostante dai dati resi noti si evidenzi come, nell’ultimo anno, siano stati in molti i deputati a vendere la propria vettura Fiat o di un marchio dello stesso gruppo per passare ai concorrenti stranieri.

A preferire il “made in Italy” automobilistico sono stati, tra i tanti, Giovanni Palladini dell’Idv, proprietario di una Fiat Panda, Giuseppe Giulietti del Gruppo Misto, che viaggia in una Fiat Sedici, Walter Verini del Pd con la sua Fiat Punto Evo e Giovanni Maria Salvino Burtone, che ha optato per una Fiat 500.

Alfa Romeo ha invece convinto Pietro Cannella del Pdl, mentre Maria Piera Pastore della Lega Nord ha scelto una Giulietta. Per Paolo Bonaiuti del Pdl c’è una Lancia Y, così come Lancia – Delta per la precisione – sono le vetture di Marco Lovelli e di Francantonio Genovese del Pd.

 

Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.