General Motors fa causa al Gruppo FCA

GM accusa Fiat-Chrysler di aver elargito tangenti ai sindacati e il titolo del Gruppo italo-americano crolla in borsa.

Si preannuncia un inverno freddo e ricco di veleni per il settore automotive americano: General Motors ha deciso di fare causa al Gruppo FCA, accusato di aver dato tangenti ad alcuni membri dello United auto Worker, il sindacato americano dei metalmeccanici. La risposta di Fiat.-Chrysler non si è fatta attendere, il Gruppo italo-americano ha infatti diramato una nota ufficiale dove viene sottolineato che “si difenderà con tutte le forze” dalle accuse che sarebbero state mosse perché “Vogliono ostacolare la fusione con Psa”.

FCA afferma inoltre di essere totalmente estranea alla cospirazione avvenuta fra tre dei suoi manager e alcuni funzionari del UAW che aveva come obbiettivo quello di indebolire le norme americane sul lavoro. Dal canto suo, GM è fermamente convinta che all’epoca Marchionne abbia ricorso ad alcune mazzette per modificare a proprio favore le trattative relative al contratto di lavoro tra il sindacato americano e le tre case automobilistiche di Detroit, nel periodo compreso tra il 2009 e il 2015. Secondo Craig Glidden, il responsabile legale di GM, Il piano di corruzione di FCA durato diversi anni “ha minato l’integrità delle trattative” per il rinnovo del contratto di lavoro, causando alla General Motors  “danni sostanziali”. La notizia relativa alla causa intentata da GM  ha avuto un immediato effetto negativo sul titolo in Borsa di FCA, che è crollato del 3,9%, per poi risalire a -2,59%.

Il Gruppo italo-americano resta fermamente convinto che “le accuse mosse da General Motors non siano altro che un tentativo senza basi di distogliere l’attenzione dalle sfide proprie di quella società”. Nel comunicato ufficiale rilasciato nelle ultime ore, FCA rincara la dose affermando che: “Questa sconcertante manovra viene in un momento in cui FCA sta dimostrando di essere un concorrente sempre   più forte e continua a creare importante valore per tutti i suoi stakeholders, implementando con successo la propria strategia di lungo periodo. Ciò comprende il suo piano di fondersi con PSA, che per parte sua ha completato con successo il risanamento delle attività europee che ha recentemente acquistato dalla General Motors”.

Infine, Fiat Chrysler Automobiles promette di dare battaglia, affermando che si occuperà di questo “tentativo di creare un diversivo” – definito straordinario – nei modi dovuti, continuando nello stesso tempo a produrre risultati record e a “realizzare la sua entusiasmante visione del futuro dell’industria automobilistica.”

I Video di Motori.it

“L’Ordinario diventa Straordinario” ad Auto e Moto d’Epoca

Altri contenuti