Pininfarina: a Ginevra per tornare a crescere

L’ad presenta l’auto dedicata ai 30 anni del Centro Stile nella cittadina del torinese e si dichiara fiducioso e sereno: «Le cose stanno migliorando».

L’ad presenta l’auto dedicata ai 30 anni del Centro Stile nella cittadina del torinese e si dichiara fiducioso e sereno: «Le cose stanno migliorando».

Al Salone di Ginevra 2012 Pininfarina ha presentato il concept Cambiano che, oltre a mettere in vetrina la tecnologia e lo stile dell’azienda, testimonia anche la volontà di tornare presto a crescere. 

Per Silvio Angori, amministratore delegato Pininfarina, la kermesse ginevrina è l’occasione di fare il punto sulla situazione del Gruppo, attivo nel settore delle carrozzerie per automobili dal 1930, ma oggi in profonda crisi (nel 2011 è stata dismessa la linea produttiva per concentrare le risorse sulla progettazione).

La diversificazione dei mercati si conferma il fattore chiave per incrementare le commesse: il fatturato di Pininfarina proviene per il 50% dal mercato dell’Asia, soprattutto dalla Cina (Paese con oltre cento costruttori), e per più del 30% dalla Germania.

L’ad non ha potuto sbilanciarsi in troppi commenti, vista la vicinanza del prossimo cda (che si terrà il 22 marzo), ma ha concluso con una nota di ottimismo: «Sono molto fiducioso e sereno. Le cose stanno migliorando. La nostra strategia sta portando i risultati attesi».

Pininfarina Cambiano Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.