General Motors studia il finestrino multimediale

Il Colosso americano ha realizzato un futuristico cristallo laterale in grado di svolgere numerose applicazioni multimediali come un touch screen.

Il Colosso americano ha realizzato un futuristico cristallo laterale in grado di svolgere numerose applicazioni multimediali come un touch screen.

General Motors, in collaborazione con gli studenti dell’università israeliana Bezalel Academy of Art and Design, ha presentato un progetto a dir poco innovativo, battezzato Windows of Opportunity (WOO). Si tratta di un futuristico finestrino laterale per autovetture in grado di gestire molteplici funzioni multimediali ed interattive, il tutto su una sofisticata superfice vetrata. L’utente potrà vedere immagini e filmati, disegnare, giocare e comunicare tramite l’utilizzo di applicazioni multimediali in modo semplice ed intuitivo, come se si utilizzasse un comune display touch screen.

Queste particolari applicazioni fungono da avatar in grado di effettuare svariate funzioni ed attività multimediali. Ad esempio “Otto” interagisce con l’utente e il paesaggio circostante, “Foofu” consente di disegnare sul vetro tramite un effetto condensa, “Spindow” permette di trasformare il paesaggio circostante in un ambiente alternativo, ed infine “Pond” permette di condividere messaggi e musica con altre autovetture dotate di WOO.

Il dispositivo – ancora in fase sperimentale – sfrutta dei sensori ottici e di movimento in grado di percepire i movimenti delle dita. Per il momento questo sofisticato sistema risulta privo del cristallo speciale chiamato “smart glass“, capace di diventare più o meno trasparente, ma che verrà applicato  qualora il WOO  arrivi alla produzione commerciale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GMC Sierra All Terrain HD Concept Vedi tutte le immagini
Altri contenuti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.